Modena-Trento da sogno: PalaPanini esaurito

Ai gialloblù servono solo i tre punti, ma di fronte troveranno gli ex Lorenzetti, Lavia, Pinali e sua maestà Kaziyski

Primo esame per Modena Volley che questo pomeriggio (inizio gara ore 18, diretta su Rai Sport) affronterà l'Itas Trentino allenata dal grande ex Angelo Lorenzetti.

Un esame durissimo per Bruno e compagni perché Trento è la squadra migliore di questo inizio di stagione, non solo vincitrice della Supercoppa italiana, ma anche il sestetto che esprime il gioco migliore. Però Modena non può fallire per molteplici ragioni: in tre scontri diretti con le big di Superlega, finora, sono arrivate solo sconfitte; la classifica è preoccupante e, soprattutto in chiave Coppa Italia, la Leo Shoes deve iniziare a conquistare punti (Trento ha 19 punti in 8 partite, Modena solo 6 anche se ha giocato tre partite in meno); poi non dimentichiamo come il futuro di Andrea Giani e dell'intera rosa della PerkinElmer sia strettamente legato ai risultati di questa sfida e di quella di mercoledì prossimo contro Perugia. Anche nel match contro la Lube di domenica scorsa, il canovaccio è sempre stato lo stesso con una Modena che, dopo un primo set positivo, si è sciolta e non ha saputo reagire alle difficoltà. Sicuramente dietro i risultati negativi c'è anche una questione mentale ma, finché la Leo Shoes non troverà un successo contro una rivale diretta per lo scudetto, questo “switch” non avverrà. La speranza dei tifosi canarini è che il tutto avvenga proprio oggi.


ARBITRI E QUOTE

Arbitreranno la gara Boris e Brancati. Con il terzo arbitro che sarà Tundo.

Nonostante l'inizio di stagione completamente diverso, e una classifica molto differente, le quote sono tutte a favore di Modena. E anche nettamente. La Snai infatti quota il successo di Modena Volley a 1,50, mentre la vittoria di Trento è data solamente a 2,45.

EX E PRECEDENTI

Sono 76 i precedenti tra le due formazioni: in vantaggio Trento che ha vinto 44 scontri diretti, mentre sono 32 i successi della Leo Shoes PerkinElmer. Tanti ex in questa sfida, compresi Angelo Lorenzetti e Bruno Da Re che hanno trascorso a Modena meravigliosi anni delle loro carriere. Per quanto riguarda il campo, invece, troviamo Salvatore Rossini e Nimir Abdel-Aziz, la scorsa stagione a Trento, poi Daniele Mazzone che ha vestito la maglia trentina nel biennio 2015-17 e, infine, Van Garderen a Trento nel 2018/19; dall'altra parte della rete invece troviamo Daniele Lavia, a Modena la scorsa stagione, e Giulio Pinali prodotto della cantera canarina.

SESTETTI

Modena non cambia nulla e Giani riproporrà il sestetto titolare, l'unico piccolo dubbio è legato alla presenza di Stankovic che, però, oramai sembra essere pienamente recuperato. In diagonale principale agiranno quindi Bruno e Nimir Abdel-Aziz, Ngapeth-Leal in posto 4, Stankovic e Mazzone al centro con libero Rossini. Lorenzetti invece se da una parte sorride, perché ha recuperato completamente Michieletto, il vero punto di riferimento del gioco trentino, dall'altra non potrà schierare Podrascanin. Il centrale serbo, infatti, si trova attualmente in isolamento fiduciario per via di un famigliare positivo al Covid. Spazio quindi al giovane D'Heer. Questo il sestetto: Sbertoli-Lavia, Kaziyski-Michieletto, Lisinac-D'Heer con libero Zenger.