Contenuto riservato agli abbonati

Matteo Rivetti: «Il ritmo del Modena ora è giusto. Non temiamo nessuno»

«Mister Tesser è stato decisivo per uscire dal momento più difficile e trovare la dimensione attuale.Nella lotta al vertice ci sarà anche il Cesena. Spero nel Braglia pieno: abbiamo bisogno dei nostri tifosi» 

Modena. Tanti i temi affrontati da Matteo Rivetti, ospite ieri a “Barba&Capelli” su Trc. Tra presente e futuro, l’amministratore delegato e direttore generale gialloblù ha analizzato il buon momento che sta attraversando la formazione di Attilio Tesser: “Il Modena ha le qualità soprattutto caratteriali per arrivare in alto. Non ho mai avuto dubbi sulla squadra, abbiamo costruito una rosa importante e completa in ogni reparto e questo aspetto ci ha aiutato anche nelle ultime settimane in cui ci sono stati diversi problemi e infortuni. Posso dire che ce la giocheremo fino alla fine. Anche all’inizio, quando non arrivavano i risultati, non è mai mancato l’impegno sul campo e giorno dopo giorno si è creato un bel clima in spogliatoio. Ciò ci ha permesso di non abbatterci e di mantenere il morale alto anche nei momenti difficili. Un contributo fondamentale lo ha dato anche il mister, abbiamo ritrovato il gioco e ora siamo lì vicini alla vetta. Per la nostra famiglia è la primissima esperienza nel calcio, cercavamo un profilo di esperienza e sta facendo quello per cui è stato scelto. Sa come gestire la situazione anche nei periodi complicati”. 
 
Decisivo il ko con il Montevarchi per dare una ‘scossa’: “Quella partita ha dato una sveglia a tutti, c’è stato un confronto, ci siamo compattati e i ragazzi hanno dimostrato di essere veri uomini. C’era la volontà di voler fare meglio, eravamo tutti convinti del nostro valore e insieme abbiamo mantenuto la calma per risalire la china. La rosa è forte, l’allenatore ha un’esperienza incredibile però ci voleva del tempo. La squadra ora sta funzionando bene, siamo contenti di essere lì davanti ma non dobbiamo mollare”.
Dopo 15 giornate, la classifica dice lotta a tre con Reggiana e Cesena: “Con i granata c’è una sana rivalità, sono forti e non hanno ancora perso. Eravamo lontani otto punti, ma non ci siamo mai persi d’animo perché pensavamo di poter recuperare. Attenzione anche ai bianconeri, che sono la miglior difesa del girone. Non ci sentiamo inferiori a nessuno”.
 
La famiglia Rivetti vuole riportare Modena il più in alto possibile: “Personalmente parlo poco, questo è il mio carattere. Abbiamo tanta passione, non siamo di passaggio e il nostro è un progetto a lungo termine. Siamo giovani, la città è stupenda e quindi siamo felici di essere qui. Carlo sta vivendo al massimo questa esperienza e il rapporto con i tifosi è veramente bello. Ne approfitto per fare un appello, ovvero riempire il Braglia in quanto abbiamo bisogno del loro supporto”. 
Infine, uno sguardo al mercato di gennaio: “Al momento non c’è nulla in programma, anche perchè si è creato un gruppo veramente importante e il giusto mix tra giovani ed esperti. I nostri acquisti saranno sicuramente Marotta e Pergreffi”.