Contenuto riservato agli abbonati

Modena calcio, incubo Covid: due giocatori positivi Oggi tamponi per gli altri

Ci sono due canarini contagiati dal virus che dovranno stare in quarantena 10 giorni. Gruppo squadra sotto osservazione

MODENA. Un fulmine a ciel sereno quello che si è abbattuto in casa Modena nel tardo pomeriggio di ieri. La società canarina, infatti, ha comunicato di aver riscontrato due casi di positività al Covid-19 all’interno del gruppo squadra.
 
Si tratta di due giocatori, che ora dovranno restare in quarantena per dieci giorni e la cui identità ufficialmente non è stata ancora svelata per motivi di privacy. Il club di viale Monte Kosica - si legge nella nota ufficiale diramata sul sito ufficiale - ha attivato, d’intesa con le autorità sanitarie, tutte le procedure previste dall’attuale protocollo Figc.
 
I due calciatori contagiati sono stati posti subito in isolamento e non hanno partecipato all’allenamento di ieri allo Zelocchi. Il resto della rosa, composto dai restanti compagni e dallo staff tecnico, è invece in isolamento fiduciario con la sola possibilità di effettuare il tragitto dal campo alla propria abitazione e viceversa. Da oggi a domenica, il gruppo canarino effettuerà due cicli di tamponi (il primo nella mattinata odierna e il secondo nelle prossime ore) per verificare la situazione con la speranza di non dover fare i conti con ulteriori casi di positività. A distanza di poco più di un anno, nelle fila gialloblù torna dunque l’incubo Covid.
 
Lo scorso 7 novembre 2020, alla vigilia di Imolese-Modena terminata poi con la vittoria di misura dei canarini di Mignani, era stato riscontrato un caso di positività e di conseguenza il match posticipato di qualche ora per dare la possibilità di svolgere i tamponi necessari.
 
Tornando al presente, un ulteriore problema sulla strada che porta all’importante sfida casalinga di domenica pomeriggio (ore 14.30) al Braglia contro la Pistoiese. Nonostante questo spiacevole imprevisto di cui il Modena avrebbe fatto volentieri a meno, mister Attilio Tesser preparerà nel minimo dettaglio e con la solita e immancabile attenzione il match con la formazione arancione: un avversario da non sottovalutare, terzultimo in classifica ma capace di fermare sul pareggio tre big del campionato come Cesena, Siena e Virtus Entella. Da parte della compagine gialloblù, reduce da sette vittorie consecutive (l’ultima sul campo dell’Ancona Matelica) e ora al secondo posto a ridosso della vetta occupata dalla Reggiana, servirà un’altra prestazione di forza e carattere per conquistare l’ennesimo risultato positivo e per rispondere nel miglior modo possibile alla sfortuna. E anche da questo punto di vista, per avere un’ulteriore carica e stimolo in più e per gettare il cuore oltre l’ostacolo, ci si attende la grande spinta del pubblico a cui negli scorsi giorni l’amministratore delegato Matteo Rivetti aveva rivolto un sincero e apprezzabile appello: “Riempiamo il Braglia perché abbiamo bisogno del supporto della nostra gente”.