Contenuto riservato agli abbonati

Asta per Boga: Miranchuk non interessa, il Sassuolo “valuta” Solomon

Atalanta, Shakhtar Donetsk e Napoli in lizza per l’attaccante  in uscita a gennaio

A gennaio Jeremie Boga saluterà il Sassuolo e in questi primi giorni di dicembre sono iniziate le grandi manovre delle tre società interessate all’attaccante ivoriano. Il suo rifiuto a rinnovare il contratto col club neroverde ha acceso la miccia: base d’asta 25 milioni. Per abbassare il cash l’Atalanta ha messo sul piatto il 26enne centrocampista russo Miranchuk ma al Sassuolo non interessa. Chi invece potrebbe stuzzicare il club neroverde è il 22enne esterno offensivo israeliano Manor Solomon che lo Shakhtar Donetsk ha offerto assieme ad un conguaglio sui 10 milioni per accontentare De Zerbi, che non vede l’ora di riabbracciare in Ucraina il suo “pupillo”. Sempre vigile su Boga anche il Napoli, poco propenso a partecipare ad aste. Ma di sconti il Sassuolo non intende farne, discorso che vale anche per Domenico Berardi. A Firenze si continua a vociferare che i Viola faranno un nuovo tentativo a gennaio, dopo quello fallito qualche settimana fa. L’offerta di 15 milioni presentata da Joe Barone a Carnevali è stata immediatamente rispedita al mittente dall’amministratore delegato neroverde. Berardi può partire a giugno, ma il Sassuolo si siederà solo di fronte a un’offerta che sia il doppio, o quasi, di quella della Fiorentina. Il nuovo agente di Berardi, Edoardo Crnjar (che si avvale della consulenza di quelli storici Giuseppe Galli e Simone Seghedoni), è già al lavoro per apparecchiare una nuova trattativa a giugno che vedrà ancora i Viola in prima fila, ma con un’offerta più consistente. Nel frattempo il Sassuolo è impegnato sul fronte rinnovi: dopo quello sottoscritto con Consigli (fino al 2024) e quello rifiutato da Boga, il club sta discutendo con gli agenti di Filip Djuricic. Al momento siamo in una situazione di stallo, ma nella dirigenza del Sassuolo c’è fiducia che si possa trovare un accordo con il 29enne trequartista serbo in scadenza a giugno. A fine stagione scadranno anche i contratti di Magnanelli e Pegolo, ma con i due veterani la società parlerà a giugno.

Capitolo scontenti: in prima fila c’è il difensore Edoardo Goldaniga, finora rimasto ai margini del progetto e quasi mai impiegato da Dionisi. Su lui hanno già messo gli occhi Cagliari, Parma e Monza, piste che potrebbe concretizzarsi visto che a gennaio sbarcherà al Sassuolo dal Gremio il 22enne difensore centrale brasiliano Ruan Tressoldi.


STAR

© RIPRODUZIONE RISERVATA