Contenuto riservato agli abbonati

Campione d’Europa in azzurro, gol e assist col Sassuolo: un 2021 da film per Berardi

I numeri confermano l’anno d’oro dell’attaccante neroverde che ha reagito alla grande dopo la mancata cessione estiva

Forse Domenico Berardi non butterà via il calendario del 2021, visto che ci sono sopra molte date cerchiate di rosso che possono ricordargli successi e soddisfazioni. Se per il Sassuolo questo anno solare ha portato il record di punti, ecco che al suo attaccante simbolo ha donato ancora di più, di fatto consacrandolo definitivamente tra i migliori giocatori italiani della sua generazione. La conclusione di campionato scorso non sarà forse coincisa con l’accesso del Sassuolo all’Europa, però il ciclo di De Zerbi è finito con un piazzamento importante e con un record di punti che ha confermato il club emiliano come realtà un solo passo dietro alle big in termini di rendimento, ma spesso al loro pari in fatto di gioco propositivo. Berardi, che della squadra di De Zerbi è stato inamovibile e capitano, è cresciuto progressivamente, tanto da guadagnarsi la Nazionale. Ed è proprio con la maglia azzurra che il neroverde ha scritto una pagina importantissima della storia calcistica nostrana, meritandosi il posto nella rosa per l’Europeo e, soprattutto, arrivando a vincere la competizione. Le 6 presenze, i 2 assist e il rigore realizzato in finale contro l’Inghilterra hanno reso l’attaccante un indiscusso protagonista dell’avventura europea. In estate l’intenzione esplicita di Berardi di lasciare Sassuolo non si è concretizzata e, nonostante alcune frizioni, il giocatore ha accettato di vestire il neroverde almeno per un’altra stagione. In campo Berardi si è mantenuto fino ad ora su livelli altissimi, conquistando subito anche Dionisi e ricordando come, nei fatti, il simbolo della squadra sia sempre lui. Ad un passo dal capodanno, l’esterno destro è sicuro di poter incorniciare il suo 2021 e le statistiche lo certificano.

In termini di assist realizzati, Berardi si è confermato uno dei migliori in circolazione, avendo realizzato 12 passaggi vincenti in 34 partite; davanti a lui in Serie A ci sono solo Barella e Zielinski (entrambi a 13 assist), mentre sempre a 12 si trovano Calhanoglu, Muriel, Ilicic, Milinkovic-Savic, Zapata e Candreva. Non solo assist, però, dato che Berardi sa anche mettersi in proprio, concludendo in porta, infatti compare tra i migliori marcatori dell’anno solare dei 5 top campionati europei (Italia, Francia, Inghilterra, Germania, Spagna): con 34 gol realizzati nel 2021, l’attaccante si trova al 22° posto in questa particolare classifica di bomber internazionali, condividendo la piazza con diversi colleghi (tra i quali anche Insigne e Muriel) e rimanendo alle spalle di autentici pezzi da 90, basti sapere che al primo posto c’è Lewandowski (43 gol), poi Vlahovic (33), Haaland (30), Benzema (30), Messi (24)… In Italia, Berardi è al quinto posto tra i migliori marcatori dell’anno solare: segnando una rete ogni 155 minuti giocati, deve osservare dal basso verso l’alto solo Vlahovic, Immobile, Lautaro e Zapata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA