Bruno, capitano vero: «Momento difficile, tutti siano prudenti, ma niente panico»

«Sembra quasi di rivivere situazioni del recente passato Pensiamo al mese di gennaio che sarà fondamentale»

Nato per essere un leader, nato per essere un vero esempio per tutti, in campo e fuori: Bruno Mossa de Rezende fa il punto della situazione in casa Modena Volley in questo inizio del 2022.

«Non è un momento facile per nessuno, per i tifosi, per la gente e anche per tutti noi: quello che stiamo passando ci riporta alla memoria situazioni che abbiamo vissuto non molto tempo fa. Io ad esempio in questi giorni a fine 2020 ricordo che in Brasile ci siamo ritrovati a giocare partite anche in otto o in nove a referto».


Che cosa si sente di dire Bruno a Modena e ai modenesi nel primo giorno del 2022?

«Sicuramente una cosa: dobbiamo stare tutti molto attenti, fare attenzione a quello che facciamo, starcene, come dite voi in Italia, “riguardati”, perché è fondamentale che sia così. Però, mi sento anche di dire alla gente, “niente panico” se vogliamo uscirne».

Dalla vita di ogni giorno a quella in palestra.

«Per noi l’ultima settimana è stata davvero particolare, in palestra dopo il rinvio di domenica scorsa della partita contro Monza non ci siamo proprio quasi mai andati. Non è stato facile tornarci giovedì sera e per questo sono ancora più felice ed orgoglioso di quanto siamo riusciti a fare».

Una vittoria, quella di Modena, che fa tutta la differenza del mondo.

«Sicuro, non solo per i tre punti, ma anche per la nostra testa: posso dire oggi finalmente che siamo riusciti a trovare partita dopo partita l’atteggiamento giusto con cui andare in campo ed affrontare ogni situazione, è un grande passo avanti rispetto a quell’inizio di campionato in cui ci era mancato proprio questo, saper trovare il modo di uscire dai momenti complicati durante le partite».

Il futuro propone a Modena una serie di impegni ravvicinati, tutti importantissimi.

«Gennaio per noi sarà un mese fondamentale, giocheremo tante partite in tante competizioni, campionato, Coppa Italia, Coppa Europea, sappiamo che è proprio in queste settimane che dobbiamo fare bene».

Dopo i brindisi di Capodanno, i complimenti alla squadra.

«Ho dei grandi compagni: basta vedere come ha giocato Swan contro Monza, ha dimostrato di avere gli attributi. E Nimir? Lui stringe sempre i denti e non delude mai».