Corrida di San Geminiano ancora una volta ’Virtual’

Borsari, presidente della Fratellanza: «Puntiamo a riproporre quella tradizionale aperta a tutti lunedì 18 aprile»

Andrea Lolli

Poche settimane per rivoluzionare completamente il quadro della situazione e rendere impossibile ciò che ormai sembrava un piacevole e atteso ritorno. Anche per il 2022 la Corrida di San Geminiano sarà in modalità Virtual nel giorno del 31 gennaio, con l’obiettivo di ritrovarsi tutti eccezionalmente in presenza il giorno di Pasquetta, 18 aprile, per un’inedita Corrida dell’Angelo. Il Covid 19 ferma ancora una volta l’appuntamento podistico che da quasi 50 anni caratterizza la festa del Patrono a Modena, troppo acuta questa fase della pandemia per poter realizzare in sicurezza un evento partecipato da migliaia di persone, ma soprattutto inserirlo nel contesto della fiera cittadina che già affolla il centro storico come ha spiegato il presidente della Fratellanza, Maurizio Borsari, che da sempre è organizzatrice della manifestazione: «Alla fine del 2021 la situazione pandemica faceva sperare in un’evoluzione positiva delle cose che consentisse uno svolgimento normale della manifestazione sportiva, pur con i necessari accorgimenti per garantire il massimo della sicurezza. Purtroppo, però, l’evoluzione dei contagi è tale da far presupporre agli esperti che il picco sarà raggiunto, appunto, a fine gennaio e tutti loro, ottimisti e pessimisti, sono concordi nell’indicare che gli assembramenti sono il peggior nemico, mentre distanziamento e mascherine sono il modo migliore per tutelarsi. Con un numero variabile che va da 4000 a 6000 partecipanti, indipendentemente da norme, decreti e linee guida, le tre condizioni indicate impediscono un’organizzazione e svolgimento in sicurezza della Corrida non competitiva che è anche quella di tutti, delle famiglie e cioè quella che più la identifica con la Festa del Patrono».


Per mantenere vivo il legame fra festa popolare ed evento il giorno del 31 gennaio, quindi, non resta che riproporre la modalità ‘Virtual’, con una formula che sarà rivista e rinnovata anche in considerazione delle minori restrizioni attualmente in vigore rispetto a dodici mesi fa. Al tempo stesso però, la Fratellanza rilancia dando appuntamento a tutta la città e non solo il giorno di Pasquetta come spiega lo stesso Borsari: «Abbiamo scelto questa data per riproporre la Corrida competitiva, come gare internazionale, e quella popolare che, per l’occasione, potrebbe diventare la Corrida dell’Angelo il giorno 18 aprile. Sarà un’opportunità in più per mantenere la tradizione dell’evento di San Geminiano e aprire un’ulteriore finestra utile a fare sport a Modena anche per tutti coloro che non festeggiano San Geminiano e, dunque, non potrebbero partecipare il 31 gennaio. Nella situazione che stiamo attraversando la priorità è quella della salute e tutti, sport compreso, debbono adoperarsi per superare il pantano nel quale si trovano tutte le nostre attività, da quelle produttive a quelle scolastiche passando per ogni tipo di relazioni e incontri».