Emergenza a centrocampo per il Carpi, in prova è arrivato il 2002 Galardi

Diversi biancorossi lavorano a singhiozzo L’esterno del Nuova Florida, ma di proprietà del Milan, da ieri si allena al Sigonio 

Una settimana di tempo per mettere insieme una mediana: il compito che attende mister Togni è tutt’altro che semplice e necessita di pazienza e del conforto dello staff medico. Da qualche giorno, infatti, in casa Athletic è emergenza nel reparto: da Serrotti, che se n’è andato, passando per Bolis e Lordkipanidze che si stanno allenando a singhiozzo, fino a Muro, rientrato ieri dopo una lunga assenza. La loro condizione andrà valutata giorno per giorno. L’unico ad aver lavorato con continuità nel periodo è il giovane Bruno, sin qui utilizzato solo per una manciata di minuti contro il Rimini. Pure Borgarello, regolarmente al Sigonio, si era dovuto fermare martedì. Situazione non florida, anche perché il 19 gennaio ad Agliana non ci sarà comunque Bolis, squalificato. All’appello, ieri, mancavano anche Aldrovandi, Calanca e Carrasco. Al gruppo si è invece aggiunto in prova Gabriele Galardi, classe ’02 esterno di piede destro che gioca preferibilmente a sinistra. Il quinto di centrocampo lo veste a pennello. Cresciuto nella scuola calcio Vigor Perconti di Roma, a quindici anni era stato al centro di diversi appetiti. L’aveva spuntata la Spal, alla quale era approdato nell’estate del 2017 per poi passare dopo soli sei mesi al Milan, dove aveva totalizzato 11 presenze e 3 gol nell’Under 18. Poi di nuovo indietro alla Vigor Perconti e ancora Milan, questa volta per un assaggio in Primavera (1 presenza) prima che la stagione 2020-21 lo porti in prestito alla Viterbese e successivamente alla Lucchese, sempre in Serie C. Da ieri si allena al Sigonio grazie al ‘nulla osta’ concesso dal Nuova Florida, società romana di Serie D alla quale è approdato lo scorso agosto in prestito dal Milan raggranellando 6 presenze. Se in questi giorni convincerà Togni e Marinucci, potrà fare rientro ai rossoneri e poi essere trasferito in prestito all’Athletic.