Giani: «Quando non sfrutti delle grandi occasioni, è giusto che tu poi perda»

Francesco Cottafava

Si ferma a tredici la striscia di vittorie consecutive di Modena Volley che, un po' a sorpresa, cade 3-1 sul campo del Tours. Una sconfitta che costringerà la squadra gialloblù a vincere il ritorno, compreso il golden set, che si giocherà prossima settimana al Pala Panini.


«E' chiaro che le serie di vittorie sono fatte per essere interrotte. Fortunatamente non abbiamo compromesso irrimediabilmente nulla, perché per il passaggio del turno c'è ancora la gara di ritorno. Dovremo comunque vincere 3-0 o 3-1 e poi battere il Tours nel decisivo Golden Set. In questa gara di andata abbiamo dato più spazio a giocatori che, finora, hanno giocato meno, ma questo è normale perché dobbiamo far rifiatare alcuni giocatori. Secondo me non abbiamo colto alcune occasioni nel secondo e nel terzo set. Quando hai delle grandi occasioni, e poi non le sfrutti, è giusto che tu perda. Per i giocatori che hanno ritrovato il campo dopo tanto tempo c'è un discorso a parte: Sanguinetti, è vero che giovane, ma a questo livello deve imparare a starci, non pensare che siano sempre gli altri a trascinare la squadra. Invece meglio l'ingresso di Van Garderen, ha fatto un buon match».

Giani entra di più nel dettaglio tecnico della sfida.

«Nel secondo set siamo stati imprecisi, abbiamo subito un paio di slash dopo una nostra cattiva ricezione su delle battute dei nostri avversari che erano “media”. Non ci possiamo permettere queste cose, come il fatto di aver fatto cadere alcuni pallonetti che erano difendibili. Dobbiamo essere bravi, con quello che abbiamo, ad essere molto disciplinati per tutta la durata della gara».

Chiusura su un palazzetto tutto esaurito.

«La Francia è un paese con tanti contagiati, ma il palazzetto era strapieno. Non so le regole in questo Paese, ma a me fa piacere giocare in un ambiente così. E questo vale anche per i giocatori».