Athletic Carpi, una grande rimonta poi la beffa al 94’

Sconfitta amara per la squadra di Togni nella ripetizione della gara di campionato con i toscani. Tripletta di Brega



AGLIANA. Comincia male il 2022 dell’Athletic Carpi che cade per 3-2 nello scontro diretto in casa dell’Aglianese. Una sfida incredibile, iniziata in maniera tremenda dai ragazzi di Togni, sotto per 2-0 dopo appena sei minuti. Poi la rimonta completata all’86’ prima della doccia fredda arrivata proprio all’ultimo minuto per mano di Brega autore di una tripletta. L’inizio per l’Athletic Carpi è da incubo, con due reti subite in appena sei minuti di gioco. Al 2’ è Brega a sbloccare il punteggio, raccogliendo un tiro deviato e segnando da posizione ravvicinata. Lo stesso numero nove dell’Aglianese va in rete anche al 6’ minuto, sfruttando stavolta un passaggio filtrante di Gemmi. Il Carpi, passato lo spavento iniziale, non si perde però d’animo e accorcia le distanze grazie a Raffini, che si libera bene in area di rigore e spedisce in rete di testa un bel suggerimento di Borgarello proveniente dalla destra. I ritmi si abbassano leggermente e per un quarto d’ora circa le occasioni da rete latitano. Gli emiliani sfiorano il pari con Sivilla al 27’ e continuano a gestire il possesso anche nei minuti finali dell’incontro, sfruttando le combinazioni nello stretto tra Villanova e Sivilla, ma non riescono più ad impensierire il numero uno dell’Aglianese. Il secondo tempo si apre con l’ingresso di Lordkipanidze nelle fila dell’Athletic Carpi ed è proprio il centrocampista classe 2001 a fare la barba al palo con un destro dal limite. Anche nella ripresa, così come nella seconda metà della prima frazione, sono gli emiliani a tenere il pallino del gioco, anche se la grande chance capita sui piedi di Kouassi al 9’. Il trequartista dell’Aglianese semina il panico in area ma giunto al momento del tiro si fa deviare la conclusione da Ferretti. Al quarto d’ora gigantesca occasione per il Carpi: su un corner da sinistra Sivilla colpisce di testa ma Ricco toglie letteralmente il pallone dalla porta con una parata straordinaria. A cinque dalla fine svolta in area dell’Aglianese: dopo un rimpallo Walker cade in area e il direttore di gara assegna il calcio di rigore. Villanova dal dischetto spiazza Ricco e fa 2-2. Allo scoccare del 45’ buona occasione per Nieri, il cui mancino viene deviato in angolo da Ferretti. Proprio quando il match sembra destinato al pareggio l’Aglianese riesce a vincere la partita. All’ultimo minuto di recupero Di Blasio crossa da sinistra ed è ancora Brega a pizzicare il pallone di testa spedendolo in rete e trovando la tripletta personale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA