Altre due giornate di stop nei campionati minori Si ricomincia il 12 febbraio

Altre due settimane di stop a tutti i campionati di volley al di sotto della Serie A, con l’obiettivo e la speranza che la nuova ondata di Covid inizi ad allentare davvero la presa concedendo a tutte le squadre di ogni categoria di ritrovarsi più al completo possibile in palestra per riprendere a tempo pieno l’attività e lanciarsi senza più soste o difficoltà nella seconda parte della stagione. E’ questo l’obiettivo dichiarato della Fipav che, dopo lunghe giornate di colloqui ed incontri dai comitati provinciali ai vertici romani, ha ufficializzato nella serata di mercoledì le sue decisioni. Sospensione non solo dei campionati, ma anche di amichevoli e attività torneistica fino a domenica 6 febbraio si può leggere nel comunicato ufficiale in cui viene sottolineato come, al momento, non sussistano le condizioni necessarie per riprendere la normalità da lunedì 24 gennaio come inizialmente programmato. Al tempo stesso, però, la Federazione “auspica con estrema determinazione e convinzione che dopo questa ulteriore sospensione si possa ripartire con tutte le attività” e che “al momento è stato valutato troppo alto il rischio di tornare in campo senza avere le garanzie di poter disputare con regolarità i campionati, andando quindi incontro a nuovi numerosi possibili rinvii”. Inoltre con questo stop prolungato il Consiglio Federale si pone l’obiettivo di consentire a tutte le società di sfruttare il periodo anche per adattarsi al nuovo protocollo “Return to Play” che consentirà ad atleti e atlete che hanno contratto il Covid in forma lieve o asintomatica di riprendere l’attività in maniera più rapida passando da 30 a 7 giorni di attesa dopo la negatività per effettuare i necessari controlli medici.