Contenuto riservato agli abbonati

Il Braglia riabbraccia il super Modena, oggi la Banda Tesser attacca la Fermana

Il mister carica i canarini: «Bisogna ripartire a tavoletta con una grande partita. Febbraio pesante, ma non decide» 

Un mese esatto dopo l’ultima partita disputata, ovvero dalla sfida casalinga vinta 2-1 con il Grosseto, il Modena è pronto a riprendere il proprio percorso interrotto lo scorso 22 dicembre per raggiungere l’obiettivo finale. Al Braglia, oggi pomeriggio con fischio d’inizio alle ore 14.30, i canarini ospiteranno la Fermana di Giancarlo Riolfo nella quarta giornata del girone di ritorno.
 
Attilio Tesser, nella conferenza stampa della vigilia, ha suonato così la carica in casa gialloblù: “E’ stato un tempo lungo e insolito per una sosta invernale. Sarà una ripresa delicata per tutti, dovremo tenere alta la concentrazione e ripartire a mille all’ora schiacciando subito forte a tavoletta il pedale dell’acceleratore. Servirà ripartire con fiducia, umiltà e nel modo giusto dal punto di vista mentale, oltre a disputare una grande prova per ottenere il massimo. Guai a ricominciare lenti o a ritmi bassi, dobbiamo provare ad andare subito forte. In questo periodo i ragazzi hanno lavorato molto bene, sono stati bravi a non perdere la concentrazione e quindi speriamo di riuscire immediatamente ad entrare in partita al meglio sia fisicamente che mentalmente. Fermana? Hanno un’identità precisa. Sono compatti, aggressivi e fisici, con alcune individualità di qualità in attacco e per questo mi aspetto un match impegnativo. Come dico sempre, però, dobbiamo pensare solo a noi stessi e a fare bene le nostre cose”.
 
Il tecnico di Montebelluna ha poi fatto il punto della situazione sui giocatori disponibili per la sfida odierna: “Abbiamo avuto qualche incidente di percorso in questi giorni ed è un peccato perché fino alla scorsa settimana erano tutti presenti tranne Marotta. Non sono infortuni gravi, non muscolari ma traumatici. Mancheranno Silvestri e Baroni, mentre Azzi dovrebbe giocare terzino. Bonfanti e Giovannini? Stanno bene. Romeo si sta allenando con regolarità da due settimane, Nicholas è rientrato da poco in gruppo”. Spazio dunque dal primo minuto per Piacentini in difesa e per Narciso in porta al posto di Gagno squalificato, entrambi al debutto in campionato con la maglia gialloblù: “Antonio è un ragazzo straordinario e di grande personalità all'interno dello spogliatoio, sa come guidare la linea arretrata e motivare ogni suo compagno. Matteo, invece, mi ha fatto un’ottima impressione. Va sempre al massimo nel lavoro quotidiano ed è riuscito ad entrare in sintonia con i nostri movimenti”.
 
Per quanto riguarda il mercato, Tesser ha le idee ben chiare: “Sono l’allenatore e personalmente mi devo concentrare solo sul campo. Siamo attesi da un match molto importante, vogliamo iniziare bene l’anno e con l’atteggiamento giusto. Ci sono i dirigenti ad occuparsi delle trattative”. Il Modena è atteso da nove partite, sette a febbraio, da affrontare in poco più di trenta giorni: “Dovendo giocare così tanto, il calendario è diventato anomalo. Sarà un mese non decisivo, ma sicuramente indicativo su chi arriverà alla volata finale. Bisognerà fare le rotazioni giuste a seconda delle condizioni fisiche e sbagliare il meno possibile”.