Contenuto riservato agli abbonati

Vaira: «Il Modena ha centrato tutti gli obiettivi di mercato»

Il diesse gialloblù: «Spurio, Magnino, Piacentini e Oukhadda sono giovani di valore scelti ad hoc in funzione del nuovo modulo. Fiducia nell’attacco» 

Modena. A meno di clamorosi colpi di scena, il mercato invernale del Modena può ritenersi chiuso sia in entrata che in uscita. Sul fronte acquisti sono arrivati il portiere Andrea Spurio, i difensori Matteo Piacentini e Shady Oukhadda e il centrocampista Luca Magnino, mentre hanno lasciato i colori gialloblù Rabiu e Maggioni (oltre a Saporiti e Spaggiari) in prestito e Castiglia e Monachello a titolo definitivo.

Il direttore sportivo canarino Davide Vaira ha fatto il punto della situazione in conferenza stampa: “Volevamo mettere presto a disposizione di Tesser i ragazzi che avevamo puntato, almeno una settimana prima di un trittico importante. Non è sempre così facile, ma siamo contenti di esserci riusciti. Il mercato è terminato con l’uscita di Monachello, abbiamo centrato tutti gli obiettivi e ci tengo a sottolineare che sono arrivati ragazzi soprattutto con grandi qualità morali in quanto dovevamo salvaguardare l’empatia e l’equilibrio all’interno dello spogliatoio. Si tratta di giocatori relativamente giovani, acquistati per il presente e non solo per il futuro, e pensiamo inoltre che possano alzare il livello della rosa che ora è completa. Il mercato è chiuso al 100%, a meno che qualche giocatore venga a chiedermi la cessione. Questo sarà il gruppo che andrà avanti fino a fine stagione e ne siamo molto felici”.

Vaira esprime massima fiducia nei confronti del reparto offensivo, compresi Ogunseye e Marotta: “Senza il loro apporto completo, abbiamo conquistato 51 punti ed è già una buona base di partenza. Ci siamo confrontati con il mister, siamo convinti della scelta fatta e anche il cambio di modulo ha influito. Al momento con il 4-3-2-1 in rosa ci sono tre punte di ruolo, oltre a Minesso e il jolly Azzi. Dal punto di vista numerico e qualitativo, in attacco siamo coperti. Alle spalle ci sono inoltre diversi giocatori importanti per la categoria come Tremolada, Scarsella, Giovannini e lo stesso Duca. E’ chiaro che da Ogunseye mi aspetto di più, l’ho detto a lui personalmente e anche davanti alla squadra perchè so che Roberto può essere un fattore determinante. Toccherà a lui ripagare la nostra fiducia nei suoi confronti. Aspettiamo pure Marotta, è incappato in un infortunio disgraziato e non si poteva programmare. Abbiamo salvaguardato la salute del ragazzo, le indicazioni dicono che tornerà nella seconda metà di febbraio e so che potrebbe essere decisivo. Senza dimenticare Bonfanti su cui contiamo tantissimo e ha dimostrato di che pasta è fatto. Bortolussi? E’ sempre stato considerato incedibile dal Cesena”. Infine, un appello rivolto ai tifosi gialloblù in vista della trasferta con la Virtus Entella: “Sono sempre stati straordinari e a loro chiedo di venire in massa a Chiavari. E’ un campo difficile, ma se si muovono in tanti giochiamo in casa”.