Contenuto riservato agli abbonati

Serie C. Supercoppa: al Braglia Modena-Bari

I gialli all’esordio nella competizione sfidano la squadra dell’ex Mignani. Inizio alle ore 16   

Ultima partita stagionale al Braglia per il Modena, che ospiterà oggi pomeriggio (ore 16) al Braglia il Bari dell’ex Mignani nella seconda gara della Supercoppa di serie C. Al termine del match tra emiliani e pugliesi, il club di viale Monte Kosica ha ricordato che la compagine gialloblù verrà premiata con la Coppa che spetta a chi ha centrato la promozione in categoria superiore. Sarà un bellissimo momento per celebrare ancora una volta, insieme ai propri tifosi, il ritorno dei canarini in B. Attilio Tesser vuole fare bella figura e chiudere bene davanti al pubblico amico: “Non ci saranno esperimenti in vista del prossimo anno. Conta solo il presente e cercheremo di finire la stagione nel miglior modo possibile. La settimana scorsa è stata dedicata maggiormente ai festeggiamenti, mentre in questi giorni abbiamo lavorato con la giusta concentrazione ed entusiasmo. E’ doveroso dare il meglio di noi stessi con impegno, c’è un trofeo in palio e la mentalità deve essere sempre quella di vincere. Vogliamo disputare la nostra partita contro un avversario di grande qualità, ha giocatori che ho avuto il piacere di allenare in passato e alla guida c’è Mignani che stimo molto”. Il tecnico di Montebelluna ha poi fatto il punto della situazione sulle ultime dal campo: “Abbiamo tante assenze per motivi fisici, non perché snobbiamo la competizione. Mancheranno Gerli, Tremolada, Azzi, Minesso e Ponsi. Al di là di ciò, avrei comunque dato spazio a tutti e a coloro che hanno avuto meno continuità. Sono sicuro che chi giocherà sarà motivato e darà il massimo”. Infine, un pensiero al futuro e alle date della serie B 22/23: “E’ importante dare un’occhiata soprattutto per impostare il ritiro estivo e per gestire la preparazione fisica. Penso sia giusto giocare anche durante i Mondiali, sarebbe stata una sosta lunga e anomala. Pochi turni infrasettimanali? Bene così, finalmente un calendario normale anche se non mi dispiace giocare spesso”.