Contenuto riservato agli abbonati

Modena, Elena e Cristian sposi al Braglia: il “sì” sotto la Montagnani

È il primo matrimonio celebrato allo stadio: amore nato grazie al Modena Dalla curva i cori dei 150 invitati. Auguri anche dalla famiglia Rivetti

MODENA Lo scorso 28 marzo, prima di Modena-Ancona, Cristian Reggiani aveva chiesto la mano di Elena Venturelli davanti ai 7mila spettatori. I due, grandi tifosi gialloblù, si sono conosciuti grazie ad un altro sostenitore canarino (Luca Bassoli) nella trasferta di Lecce del 17 marzo 2007.

Da quell’istante in poi sono sempre rimasti insieme nel bene e nel male, un’unione culminata ieri, sabato con due diverse cerimonie: la prima in mattinata in piazza Grande nella sala di rappresentanza del Comune e la seconda nel pomeriggio nella splendida location dello stadio Braglia insieme ad amici e parenti accomunati dalla stessa passione e tifo per il Modena.



Ad accompagnare l’ingresso in campo di Elena e Cristian, le note dell’inno “Sangue Gialloblù” e gli applausi dei 150 presenti che si erano intanto accomodati sui gradini della Curva Montagnani. Ad entrambi i momenti ha presenziato il sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli, che ha sancito ufficialmente il matrimonio.

Una cerimonia, quella che si è svolta nella casa del Modena officiata anche dal “cupido” Luca Bassoli che ha tenuto un discorso per celebrare ulteriormente l’unione: «Se ci fossero più persone come Elena e Cristian, il nostro mondo sarebbe sicuramente migliore. Sono ragazzi umili, semplici e speciali da cui bisogna prendere spunto per affrontare al meglio ogni momento della vita. Elena e Cristian sono la dimostrazione come anche allo stadio possa nascere il grande amore e come in una curva ci siano dei valori importanti. Forza Modena! Forza Elena! Forza Cristian, viva gli sposi, le loro famiglie e che possiate rimanere sempre così».

A prendere la parola anche i due sposi, visibilmente emozionati, che hanno ringraziato il Modena per l’ospitalità e i loro “supporters” che dal cuore pulsante del tifo gialloblù hanno fatto partire qualche coro come “Per un pir, un pam, un persec”.

Una giornata emozionante veramente speciale, resa ancora più bella dagli auguri della società canarina, del presidente Carlo Rivetti e di tutto il popolo modenese.

Dal “Braglia”, la festa si è poi spostata in serata presso la Villa Regina del Bosco a Camposanto. Congratulazioni cari Elena e Cristian, lunga vita agli sposi per sempre uniti nel segno dei colori gialloblù!l