Al Museo Ferrari di Modena, "Red Carpet" le Ferrari che hanno fatto la storia del cinema

Un omaggio alla cinematografia mondiale e alle Ferrari di ogni epoca che ne sono state protagoniste

MODENA. Dal 18 febbraio 2016, giorno del compleanno di Enzo Ferrari, il Museo Enzo Ferrari di Modena presenta la mostra “Red Carpet”, un modo per celebrare il mondo del cinema e della Tv e le Ferrari, che in più di un’occasione ne sono state protagoniste.

La mostra infatti unisce i modelli usati in scena ai filmati che li hanno visti in azione, sia sul grande che sul piccolo schermo: dalle celebri 308 GTS di Magnum P.I. e Testarossa di Miami Vice, alle 512 S di La 24 ore di Le Mans e 375 America usata da Sofia Loren ne Il ragazzo sul delfino. Anche lontano dal set molti personaggi dello spettacolo sono stati appassionati ferraristi.

Red Carpet, a Modena le Ferrari da sogno per sognare al cinema

Si pensi a Paul Newman che ha corso gare importanti, come la 24 ore di Daytona, con una 365 GTB4, o Steve McQueen, proprietario di numerose Ferrari oggi ricercate dai collezionisti. Tra le attrici, Marilyn Monroe amava le Ferrari e la 250 GT Cabriolet Pininfarina qui esposta, di colore bianco, è stata una di quelle che più ha utilizzato. Senza dimenticare, naturalmente, le Ferrari protagoniste in pista in film come Grand Prix, La 24 ore di Le Mans e, recentemente, Rush. Perché Ferrari è, prima di tutto, corsa.

Tra le piccole 'licenze', la F430 che impersonava Schumacher in Cars, e la Thomassima, una Ferrari dello stilista Tom Mead su meccanica 250GT quale esempio delle Ferrari camuffate per le scene, come nei film 'Tre passi nel delirio' di Fellini, 'Destino sull'asfalto' e 'Un Maggiolino tutto matto'. Senza dimenticare le Ferrari protagoniste in pista.