La Pina presenta "I love Tokyo"

La Pina

La speaker di Radio Deejay domani alla Mondadori di via d'Azeglio Bologna  (ore 18)

"Essere stata a Tokyo per 43 volte non so se può bastare per dire di conoscerla a fondo, ma chi può essere così sicuro di conoscere ciò che si ama?" La Pina, celebre conduttrice di Radio Deejay, presenterà mercoledì alle 18 alla Mondadori di via D'Azeglio a Bologna il suo libro "I love Tokyo" edito da Vallardi, che è una vera e propria dichiarazione d'amore alla capitale nipponica, seconda nel suo cuore solo al marito Emiliano Pepe, special guest della guida. Duecentotrenta pagine speakerate più che scritte "perchè io sono dislessica e mi sono fatta aiutare da Federico Giunta, che invece sa scrivere - chiosa ironicamente l'autrice - ho voluto tenermi lontana dall'idea di essere una scrittrice perchè in realtà sono una parlatrice". Le pagine scorrono via strappandovi risate e infondendovi, non solo una grande voglia di salire su un aereo (mi raccomando prenotando i biglietti nel pomeriggio), ma anche un senso di benessere che nemmeno un bagno caldo in un onsen sarebbe in grado. "Non ho potuto dare riferimenti precisi primo perchè le strade in Giappone non hanno nome - continua La Pina - secondo perchè ogni dieci anni tirano giù tutto per costruire nuovi palazzi, centri commerciali e quant'altro seguendo le rigorose nuove norme antisismiche, ma ci ho messo dentro tutto quello che mi piace". I capitoli sono un susseguirsi di suggerimenti su come muoversi, quali hotel scegliere (ce ne sono di tematici che forniscono addirittura i costumi per immedesimarsi nei nostri personaggi preferiti), cosa mangiare e come mangiarlo, dove buttare la spazzatura (che pare essere un incubo vista la mania dei packaging che hanno i giapponesi), poi ancora gli indirizzi per lo shopping compulsivo "da far sanguinare le carte di credito" e in quale quartiere alloggiare (scelto ovviamente facendo un test in puro stile "Pinocchio", la trasmissione da lei condotta con Diego e la Vale). La guida, ricca di foto e disegni, è anche un compendio multimediale con tanto di codici QR da scansionare con il cellulare per vedere brevi video tutorial ed ascoltare i brani composti appositamente da Emiliano Pepe. "Non c'è niente da temere in Giappone, per questo è un paese che amo da impazzire - conclude La Pina - non riesco a trovare nulla che non mi piaccia. Lì gli adulti si possono comportare da bambini e i bambini possono fare le cose da adulti. Proprio come me che da piccola ero grande e da grande sono piccola". Due grandi multinazionali giapponesi, Shiseido e Sanrio, hanno partecipato alla compilazione della guida sostenendo il progetto benefico #DANCE4AFRICA patrocinato da La Pina.