Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La birra artigianale nasce sulle colline emiliane: torna la Festa del luppolo

Chi l’ha detto che la birra non possa essere… emiliana? A Marano sul Panaro torna la festa del luppolo autoctono per ospitare birrifici artigianali, laboratori di degustazione, food corner e...

MARANO. Chi l’ha detto che la birra non possa essere… emiliana? A Marano sul Panaro torna la festa del luppolo autoctono per ospitare birrifici artigianali, laboratori di degustazione, food corner e per presentare tre nuove varianti di piante made in Italy. Dopo anni di ricerca in collaborazione con l’università di Parma, la quinta edizione della festa è pronta per illustrare le caratteristiche di tre tipi di luppolo da cui ottenere birre dai gusti mai sentiti. Il Marano Wild Hoppfest, organ ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MARANO. Chi l’ha detto che la birra non possa essere… emiliana? A Marano sul Panaro torna la festa del luppolo autoctono per ospitare birrifici artigianali, laboratori di degustazione, food corner e per presentare tre nuove varianti di piante made in Italy. Dopo anni di ricerca in collaborazione con l’università di Parma, la quinta edizione della festa è pronta per illustrare le caratteristiche di tre tipi di luppolo da cui ottenere birre dai gusti mai sentiti. Il Marano Wild Hoppfest, organizzato dal comune di Marano e dall’Italian Hops Company, è di due giorni ed inizia questo pomeriggio, 14 luglio.

In piazza Matteotti alle 17 si aprono le spine degli stand dei birrifici e dei food corner. E mentre scorre la birra (da bere responsabilmente), non può mancare la musica dal vivo: alle 21 la band balcanica folk-rock Krasì inizierà a scatenare gli strumenti. I primi appuntamenti con i laboratori (a iscrizione obbligatoria, 3202724804) si susseguiranno a partire dalle 19.30. Il primo sarà sulla “santa della birra”, il secondo (ore 20.30) sull’uso del luppolo in cucina e il terzo sulla storia della birra in Germania e in Slovenia.

Domani 15 luglio la giornata inizia alle 9.30, al Centro culturale, con il convegno che presenterà le tre nuove varietà di luppolo italiano: la prima ha aromi delicati e tra loro equilibrati, la seconda si caratterizza per i forti aromi floreali, mentre la terza è un po’ una via di mezzo, con caratteristiche che l’avvicinano ai luppoli inglesi. Alle 11 e alle 19.30 cotta di birra pubblica dimostrativa, alle 14.30 visita guidata al luppoleto sperimentale di Marano (ritrovo all’infopoint di piazza Matteotti).

Al Centro culturale alle 15.30 due workshop sulla coltivazione del luppolo in Italia e sulla sua lavorazione. Alle 16.30 riapriranno i birrifici e i food corner, mentre la sera suoneranno, a partire dalle 21.30, i Peter Piper e i Katamarano. I laboratori saranno sull’homebrewing, la birra fatta in casa (ore 17.30), mentre alle 19 ulteriori degustazioni spiegheranno come influiscono la terra e il clima sul luppolo. Un altro convegno illustrerà i migliori abbinamenti tra il cibo e la birra, mentre alle 20 si parlerà di due nazioni del luppolo: Uk e Usa. (e.d.)