Modena, a Roberta Caronìa il Premio Reiter 2017

L'attrice palermitana, diplomata giovanissima all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, ieri sera alle Passioni si è aggiudicata il XIII Premio Virginia Reiter. Il prestigioso...

MODENA. Roberta Caronìa, attrice palermitana, diplomata giovanissima all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, si aggiudica il XIII Premio Virginia Reiter. Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato ieri sera al Teatro delle Passioni. A contendersi la palma con la Caronìa erano Petra Valentini e l’intero cast di giovani attrici del progetto “Santa Estasi”, diretto da Antonio Latella. Padrino del Premio Reiter - pensato per promuovere la migliore giovane attrice italiana dell’ultima stagione teatrale e la cui direttrice artistica è Laura Marinoni - è stato il giovane e già apprezzato attore Fabrizio Falco.

Nel corso della serata è stato assegnato anche il V Premio Giuseppe Bertolucci - alla migliore attrice straniera tra le nuove generazioni - a Mouna Hawa, Sana Jammalieh e Shaden Kanboura, ovvero le protagoniste di “Bar Bahr” (2016), il film opera prima della 35enne Maysaloun Hamoud - nata a Budapest ma sempre vissuta in Israele - dedicato alle donne musulmane in Israele che si confrontano con l’intolleranza religiosa. Intitolato al regista che ha dato tanto impulso al Premio Reiter e ha ideato il Festival omonimo, è stato consegnato dal padrino, l’attore Lino Guanciale.


Consegnato infine anche il Premio Virginia Reiter alla Carriera alla grande interprete italiana Milena Vukotic.

Il Premio Virginia Reiter e il Premio Giuseppe Bertolucci sono stati realizzati dall’Associazione di Promozione Sociale Virginia Reiter in collaborazione con ERT - Emilia Romagna Teatro Fondazione. Enti promotori e patrocinanti dell’iniziativa sono il Comune di Modena e la Regione Emilia Romagna, Mibact, BPER Banca, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e Amici dei Teatri modenesi, oltre al Comune di Roma e la Regione Lazio.