Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cesare Marverti: indagine sul socialismo modenese del finalese Enio Superbi

MODENA“Cesare Marverti e il socialismo modenese (1850- 1920)”. Questo il titolo della pubblicazione della tesi di laurea di Enio Superbi (Ed. Artestampa, p. 242, euro 22). La vita e le opere di...

MODENA

“Cesare Marverti e il socialismo modenese (1850- 1920)”. Questo il titolo della pubblicazione della tesi di laurea di Enio Superbi (Ed. Artestampa, p. 242, euro 22). La vita e le opere di Cesare Marverti, socialista attivo nel modenese tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, trovano in questa tesi di laurea, discussa all’inizio degli anni ’70 da Enio Superbi e fino ad ora inedita, una prima ricostruzione.

Marverti è nato a Soliera il 31 dicembre 1850, è una figura complessa ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA

“Cesare Marverti e il socialismo modenese (1850- 1920)”. Questo il titolo della pubblicazione della tesi di laurea di Enio Superbi (Ed. Artestampa, p. 242, euro 22). La vita e le opere di Cesare Marverti, socialista attivo nel modenese tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, trovano in questa tesi di laurea, discussa all’inizio degli anni ’70 da Enio Superbi e fino ad ora inedita, una prima ricostruzione.

Marverti è nato a Soliera il 31 dicembre 1850, è una figura complessa che, giovane garibaldino, partecipa alla terza guerra d’Indipendenza e, ormai anziano, diviene sindaco della sua città natale nella nuova Italia unita che ha contribuito a creare, dopo una vita passata sulla scena pubblica.

La tesi di Superbi ripercorre la sofferta evoluzione politica di un uomo che rimase, per tutta la vita, fedele ai suoi ideali. Laureato in Giurisprudenza è una figura poliedrica che affianca all’attività politica un fervido impegno di giornalista, dirigendo o fondando testate locali (si ricordano “Il Domani”, “Il Naviglio” e il “Gazzettino settimanale”). Figura eclettica, Marverti non manca di cimentarsi nella poesia, sia in italiano sia in dialetto, attività importante cui la tesi di Superbi dedica ampio spazio. “Un animo nobile e disinteressato”, come scrisse alla sua morte la “Gazzetta dell’Emilia”.

Nelle pagine della tesi di Superbi si scopre tanto dei tumulti e delle lotte sociali e politiche di una provincia, quella modenese, che giocò un ruolo di primo piano nella storia del socialismo italiano ed europeo. Molto interessanti, ad esempio, le cronache dei congressi locali di un partito molto “vivace” e destinato ad anni difficili con la nascita del fascismo e la seconda guerra mondiale. Il volume è anche arricchito da una bella raccolta fotografica.

Enio Superbi è nato a Finale Emilia il 25 marzo 1943. Consegue a pieni voti la laurea in Pedagogia con la tesi “Cesare Marverti e il socialismo modenese (1850-1920)”. Insegnante di ruolo in materie letterarie per anni e Consigliere Comunale a Finale Emilia dal 1964 al 1993, ha ricoperto più volte il ruolo di assessore ed è stato eletto in consiglio provinciale.

Negli ultimi anni è stato Capo Lega della U.I.L.P. della Bassa Modenese. Come promotore culturale, ha fondato a Finale Emilia il circolo “C. Castelfranchi” e, sempre nel suo paese, è stato tra i fondatori di Lega Ambiente. È iscritto ad associazioni nazionali ed europee nel settore storico-filosofico.

O. G.