Fumetti a Vignola, il mondo delle vignette ed i suoi segreti svelati al festival

A “Betty B.” incontri con disegnatori e autori A Palazzo Barozzi mostra sul “dietro le quinte”

VIGNOLA. Chi sapeva che, per una storia a fumetti di 80 pagine, possono occorrere anche 6 mesi di lavoro di due persone, per giunta tutti i giorni? Questo e molto altro ancora si è potuto apprendere nel fine settimana appena trascorso, quando Vignola ha ospitato l’edizione 2019 di Betty B, festival del fumetto e dell’immagine, manifestazione organizzata dai Comuni di Vignola e Savignano, con la regia del direttore artistico Enzo Perriello.. Tra i protagonisti, grandi nomi di livello internazionale (compresi disegnatori Disney), fumettisti emergenti, youtuber, prestigiatori e tanti artisti ancora. Nei locali sotterranei di Palazzo Barozzi era ospitata la mostra “Tutto questo accade qui”, che ha visto, come cicerone, un nome d’eccezione: Andrea Castellan, in arte "Casty". La mostra, che racconta di diversi “dietro le quinte” di come si costruisce una storia a fumetti di Topolino o di Cattivik (Casty collabora con la Disney dal 2001, disegna Cattivik dal 1993 e Lupo Alberto dal 1998), ha permesso ai visitatori di scoprire il grande lavoro che “c’è ma non si vede” dietro ogni albo a fumetti. E se si chiede a Casty quale storia Disney da lui disegnata lo emoziona di più, lui risponde: “Sicuramente la prossima, quella con disegni di Giorgio Cavazzano e la mia sceneggiatura, che dovrebbe uscire nella primavera del prossimo anno”.

Anche Massimo Bonfatti ha tante storie da raccontare: lui, appassionato di disegno da sempre, comincia a tradurre questo suo hobby in professione negli Anni Ottanta, collaborando con “Silver” a Lupo Alberto e Cattivik. Oggi collabora spesso con l’amico Casty per la Disney, e nella mostra di Palazzo Barozzi ha portato proprio alcuni esempi di questo sodalizio. Celebre una battuta che un Topolino versione Anni Trenta scambia con un Topolino versione 2018, a proposito di internet: “Ma come, voi avete una cosa così bella (internet, ndr) e la usate per le stupidaggini?”.


Ancora, a proposito delle nuove forme di comunicazione, presso la biblioteca comunale è stato molto apprezzato l’intervento dello youtuber Riccardo Vessa, in arte “Wesachannel”, che ha parlato di videogiochi e arte.

Spazio in piazza dei Contrari anche per la disegnatrice Barbara Salvati, che a novembre pubblicherà una nuova storia dei suoi personaggi sulla testata “Nuname” edita da Nupress, e tanti apprezzamenti ancora in biblioteca per Fabio Celoni (autore di Topolino e Dylan Dog), per il suo laboratorio di fumetti dedicato ai bambini. —