Formigine A Villa Benvenuti il festival “Moninga” tre serate di musica 

Cibo e solidarietà, appuntamenti da stasera fino a domenica L’obiettivo: aiutare ospedale e orfanotrofio di Kimbondo



Quinta edizione per il “Moninga Open Air Festival”, tre giorni tra musica, cibo e solidarietà, da stasera fino a domenica a Villa Benvenuti (Formigine). Un momento per stare insieme e divertirsi senza dimenticare l’obiettivo principale: l’ospedale e orfanotrofio di Kimbondo in Africa, al quale andrà tutto il ricavato del festival. (orari dalle 17 a mezzanotte, domenica dalle 15)


Oggi alle 20 Emme, compositrice di musica elettronica contaminata da atmosfere Sci-Fi; alle 21 Clara, compositrice e dj italiana, basata a Parigi che propone performance tra suoni mistici ed elettronici e si chiude alle 22 con l’esibizione di “Emmanuelle”, l’artista nata in Brasile, cresciuta a Miami e poi a Milano.

Domani saliranno sul palco dalle 19 Clara la San; Sequoyah Tiger, Myss Keta, l’artista che ama esibirsi con il volto coperto senza mai svelare la sua identità e alle 22 si continua con dj Darwin.

Domenica si parte con la musica dal pomeriggio con una lunga line up. Dalle 15 Lourdes, Paula Tape, Sofia Kourtesis, Nava, Catnapp e alle 22.30 esibizione della dj e producer Sentimental Rave. Una line-up tutta al femminile per valorizzare, come racconta Gabriele Goldoni di Moninga, le tante artiste che affollano i festival musicali: «Ci sono tante breve artiste, compositrici, musiciste donne e crediamo che sia giusto valorizzare il loro grande lavoro».

Ad accompagnare la musica la bellissima e suggestiva location di Villa Benvenuti dove sarà attivo per i tre giorni un stand gastronomico con gnocco fritto e birra fresca. La manifestazione è organizzata da Moninga, un’associazione di volontariato nata nel marzo 2015, con l'idea di sostenere la pediatria di Kimbondo. Il centro, situato alla periferia di Kinshasa, in Repubblica democratica del Congo, accoglie circa 800 bambini abbandonati, spesso anche malati e disabili. Per questo l'associazione si propone di promuovere una corretta informazione sulle condizioni di vita del Congo, contribuendo a diffondere una cultura di solidarietà tra i giovani. Per raggiungere le proprie finalità e conseguire i propri progetti, Moninga organizza eventi di tipo culturale mirati ad un pubblico giovanile proprio come il festival. Per maggiori informazioni non solo sul festival ma anche sull'associazione e su come poter contribuire alla causa può consultare il sito web www.moninga.it —