“Il dito”, in scena a Rubiera il dramma degli scomparsi nel Kosovo

Questa sera il testo inedito per l’Italia  di Doruntina Basha sulla guerra del 1998 

RUBIERA. La stagione di prosa del Teatro Herberia, promossa da La Corte Ospitale, prosegue oggi, alle 21, con “Il dito”, testo inedito per l’Italia di Doruntina Basha, adattamento e regia di Leonardo Lidi, in scena Elena Aimone, Noemi Apuzzo, Giulia Salvarani, Giuliana Vigogna.

Il dramma prende forma nel 2011 a partire da un lungo progetto di ricerca di Doruntina Basha sulle storie delle famiglie, che durante la guerra in Kosovo del 1998 - 1999 hanno avuto un famigliare scomparso. La ricerca parte dal fatto che la maggior parte delle famiglie albanesi kosovare ha una persona cara scomparsa, uomini soprattutto, prelevati dalle loro case e condotti in luoghi sconosciuti da militari e paramilitari.

A partire dalle storie delle famiglie intervistate, l’autrice Doruntina Basha si confronta con il tema delle sparizioni forzate, e raccoglie un altro materiale prezioso: storie di donne che raccontano la propria vita nella famiglia contemporanea. Ne ricava un’indagine sulla condizione femminile in una società profondamente ancorata alla tradizione che usa le sue norme come strumenti per elaborare le sparizioni.

Basha costruisce così un testo stratificato nel quale due sono le protagoniste: Shkurta, la nuora, e Zoja, la suocera. Le due donne convivono, sole, in attesa che il marito dell’una, e figlio dell’altra, ritorni a casa. Cucinano il suo piatto preferito, ciascuna convinta di essere l’unica a conoscerlo veramente.
«Il Dito di Doruntina Basha – afferma il regista Leonardo Lidi - è una parte della nostra mano e del nostro corpo che non smette di sanguinare ma che, nonostante il dolore, rimane attaccata con forza. Un pezzo di noi che avrebbe bisogno di cure più specifiche ma che si preferisce medicare in casa come una volta, senza intrappolarsi in esagerazioni, con dignità, confidando nel corso della natura e pregando di nascosto che non si stacchi definitivamente". —