Modena. Il piacere di ascoltare quelle storie firmate Berselli

Sui canali social letture Ert degli scritti del grande giornalista modenese 



“Quel gran genio del mio amico…”, ossia il giornalista e scrittore modenese Edmondo Berselli, continua ad avere ampi riscontri di pubblico nel decennale della morte. Grande successo per le iniziative digitali legate al suo lavoro, partite sabato scorso. L’autore, del quale è ora in edicola e in libreria “Cabaret Italia. Italiani e post-italiani: il meglio del giornalismo di Edmondo Berselli” è stato ricordato pochi giorni fa in diretta facebook e sono state oltre 5mila le persone, solo sui canali social “Città di Modena” del Comune, che hanno seguito l’iniziativa. E non finisce qua perché sull’indimenticabile intellettuale si ritorna oggi e sabato 18. Gli attori della compagnia permanente di Emilia Romagna teatri leggeranno alcuni scritti in parte inediti di Berselli, sui canali social del Comune e su quello della casa editrice digitale comunale “Il Dondolo”, diretta da Beppe Cottafavi.


Oggi appuntamento alle 19 in diretta Facebook con “Modena racconta” alla presenza della attrice Diana Manea che legge gli articoli “I poveri” e "L'imprendibile De André”. Altro appuntamento sabato alla stessa ora, con l’attore Michele Dell’Utri che interpreterà altri due pezzi di Berselli: ”James Bond a Campogalliano” ed "Emilia terra di motori”. Inoltre si sta pensando anche a un evento dedicato all’intellettuale sul canale Lepida tv, nell’ambito delle iniziative dell’assessorato regionale alla cultura #iorestoacasa. Tutti i video delle letture berselliane, organizzate dalla moglie Marzia Barbieri in collaborazione con il Dondolo e l’associazione “Amici di Edmondo Berselli”, saranno caricati sul canale YouTube di Ert (https://www.youtube.com/user/emiliaromagnateatro).

Il settore cultura ha in serbo anche molto altro, come le iniziative dei Musei civici che è possibile seguire da computer e smartphone. Con un messaggio da parte del detective Nick Carter, regalato da Clod e Guido de Maria, prosegue infatti sui social dei musei cittadini #ricordimoltoanimati, collegata alla mostra “Anni molto animati” su animazione e fumetto made in Modena (su Facebook e Instagram “museicivicimodena”). Nella vignetta, il personaggio delle trasmissioni Rai entrate nel mito, “Gulp” e “SuperGulp" di Bonvi e De Maria, smaschera il trasformista Stanislao Moulinski in veste di virus. Da domani, inoltre, sempre sui social e sul sito www.museicivici.modena.it , sarà anche presente un disegno originale di Michele Bernardi, uno dei più importanti animatori italiani e autore di significative collaborazioni nel mondo televisivo, mentre sabato arriva un contributo video di Massimo Bonfatti che documenta la realizzazione di un fumetto tra i suoi più noti. Proseguono sui social anche le "Storie d'Egitto", pure esse legate a una esposizione allestita a Palazzo dei Musei: venerdì si vedranno alcuni reperti, amuleti e scarabei a cui erano attribuiti poteri magici. Il parco della Terramara di Montale (www.parcomontale.it e su Facebook “parcomontale”) da oggi e domenica presenta online video e immagini su due progetti sperimentali realizzati negli ultimi anni dal Museo archeologico in collaborazione con Unimore, studenti e artigiani Sul sito Unesco di Modena, infine, pillole e curiosità. —

S.L.