Contenuto riservato agli abbonati

Modena. La resistenza di Drama «Un progetto teatrale per superare insieme la crisi da pandemia»

Presentate le rassegne di spettacoli della sala di via Buon Pastore “La corsa dei fuochi” e i festival “Cinedanza” e “Città e città” 

Modena. «Cosa succede al teatro? Come reagisce alla crisi pandemica?» Sono queste le domande a cui la direttrice artistica di Drama Teatro Magda Siti ha risposto con determinazione affermando: «Il teatro tiene duro e si rafforza senza dare segni di stanchezza» e continua: «Questo è il messaggio resistente e resiliente che vogliamo diffondere dalla nostra realtà alla città, presentando non tanto una rassegna quanto un progetto maturato in questi sei anni che rappresenta la nostra poetica e la nostra drammaturgia per le comunità composte da pubblico, attori e tutto il nostro staff».

Modena, la nuova stagione di spettacoli Drama Teatro

Tre sono le proposte che comprendono il progetto del teatro di via Buonpastore: una rassegna, “La corsa dei fuochi” e due festival “Cinedanza”, e “Città e Città”, abbracciando così un arco temporale che va dal 15 novembre fino alla metà di giugno. «Una preziosa proposta concreta in città, per non spegnere le luci su luoghi della cultura sicuri come stanno dimostrando di essere i teatri – sottolinea l’assessore Andrea Bortolamasi – perché la cultura è lavoro». Si comincia questo weekend con “Cinedanza”, primo festival di videodanza una pratica di film-making che si traduce in un dialogo tra il movimento degli interpreti e quello della videocamera.

«Un festival che fin dalle sue premesse ha voluto costruire una rete locale oltre che internazionale (86 registi da tutto il mondo hanno partecipato alle selezioni) – sottolinea il co-direttore artistico Lorenzo Vercelli - quest’anno infatti la "Giuria Esperti" sarà affiancata da una "Giuria Young" composta da ragazze e ragazzi under35 scelti tra gli studenti di FMAV (Fondazione Modena Arti Visive) e la Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di ERT. I film vincitori del concorso e quelli scelti dalla Giuria Young verranno successivamente proiettati nelle location dei partner di progetto: Supercinema Estivo, Circolo Ribalta di Vignola e ViaEmiliaDocFest»

Il 15 novembre ripartirà invece “La corsa dei fuochi”, tradizionale rassegna di Drama Teatro, giunta ormai alla sua ottava edizione. Ad aprire un recupero di spettacolo annullato la scorsa stagione per l’emergenza sanitaria, “Circo Kafka” con Roberto Abbiati per la regia di Claudio Morganti. «Abbiamo pensato la rassegna con focus tematici – continua la Siti – proprio per abbracciare i gusti di tutti i nostri spettatori. Per esempio il tema della violenza di genere verrà approfondito da una artista di fama internazionale come Gabriella Salvaterra che dal 26 al 29 novembre riporta a Modena le suggestioni che furono di Enrique Vargas, padre nobile del teatro sensoriale, con il nuovo spettacolo “Succede”».

Punto di arrivo e sintesi dell’attività di Drama sul territorio cittadino e nazionale sarà infine, all’inizio di giugno, il Festival estivo “Città e Città”, quattro giorni di apertura non-stop dalle dieci del mattino a mezzanotte con spettacoli, incontri e laboratori di compagnie professioniste provenienti da tutta Italia. Il festival sarà preceduto da un weekend dedicato al "Mercato dei Pezzi Unici", primo mercato in Italia in cui si vendono le opere artigianali fatte da artisti del teatro . Sarà un mercato sui generis, pensato come azione performativa coordinata tra i 10 artisti ospiti. «Siamo sempre stati convinti che il teatro lo fanno gli artisti e il pubblico insieme - conclude la Siti - perché abbiamo imparato dall’emergenza Covid che una crisi globale ha bisogno di risposte globali, locali e internazionali, e che coinvolgano tutti: istituzioni, stampa, associazioni culturali, scuole e soprattutto il pubblico che per noi resta il co-protagonista assoluto del nostro lavoro».