Modena Dai miti greci ai confessori reali La collana firmata dal San Carlo

Iniziativa frutto della collaborazione tra la Fondazione e la editore Marietti 1820 Carlo Altini: «Un modo efficace per divulgare i nostri studi filosofici e religiosi»


Cercare rifugio nella lettura è quasi d’obbligo in questi tristi tempi di Covid. Una costrizione forse, ma anche un sottile piacere interiore perché i libri portano conoscenza, consentono con fantasia viaggi oltre i limiti in cui siamo rinchiusi. Si vive in una condizione di libertà vigilata, se non di isolamento,ma molti non si sono arresi. Si rivolgono ai libri che costituiscono fonte di cultura, di conoscenza capace di permetterci di ripensare il mondo che verrà, cercando anche possibili soluzioni per contribuire a salvarlo. E i libri sono a portata di mano. Non bisogna nemmeno mettere i piedi fuori dalla porta di casa. Il percorso più veloce è quello online. Tante le piattaforme.


E una garanzia offrono gli eBook di studi e ricerche, nati dalla collaborazione tra la casa editrice Marietti 1820 e la Fondazione Collegio San Carlo di Modena. I miti greci riproposti nei manga giapponesi e nelle fiabe popolari, il ruolo di “spin doctor della coscienza” esercitato dai confessori del Re e l'amore greco per le ragazze sono i temi dei primi tre libri digitali. Le pubblicazioni sono recenti. Il primo libro “Le migrazioni del senso. Miti, fiabe e traduzioni”, è uscito l'8 ottobre. Porta la firma di Ute Heidmann, docente di Letteratura comparata all'Università di Losanna, dove dirige il Centro di ricerche in lingue e letterature europee comparate.


Al 22 ottobre risale il secondo libro "Spin Doctor della coscienza. I confessori del Re e il principe cristiano". E’ opera di Nicole Reinhardt, professoressa di Storia della prima modernità europea all'University of Durham, in Inghilterra. Il terzo libro, del 5 novembre, intitolato "Le adolescenti di Sparta. L'amore greco per le ragazze", porta la firma di Claude Calame, directeur d'études all'École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi. La traduzione è di Stefano Suozzi. Gli eBook sono disponibili in tutte le librerie online e nel sito www.mariettieditore.it.


Dell’operazione è soddisfatto Carlo Altini, direttore scientifico della Fondazione. «Gli autori sono professori stranieri che invito al San Carlo, dove fanno conferenze al pubblico nella loro lingua, o tengono seminari per i dottorandi. Ai presenti i testi vengono proposti in italiano. Testi che abbiamo pubblicato con Marietti 1820, acquistata, due anni fa, dalle Edizioni Dehoniane di Bologna, con cui lavoriamo dal 2013, pubblicando il cartaceo. Con Marietti, invece, abbiamo dato priorità a online per comunicare argomenti di filosofia e studi religiosi che rientrano nelle nostre attività culturali». Si sa che lo storico istituto privato, nato nel Seicento come Collegio dei Nobili, si occupa di formazione e ricerca negli ambiti della filosofia, delle scienze umane e sociali e delle scienze religiose attraverso la Scuola internazionale di alti studi, il Centro culturale e il Centro studi religiosi. «Quest’anno, prima dell’estate, sono usciti – continua Altini - con le Dehoniane due libri cartacei (di Bertrand Binoche “Privarsi del piacere. Nietzsche e l’ascetismo cristiano”, e di Olivier Boulnois “Lo scandalo del bene. Indagine sull’origine della rettitudine”); con Marietti tre online e, per il futuro, non più di quattro l’anno. I libri sono di qualità. Li curiamo bene. In primavera previste due pubblicazioni».


L’accordo editoriale rinsalda anche il senso di amicizia e di stima tra Roberto Alessandrini, direttore editoriale di Marietti, e la Fondazione, dove il giornalista e intelletuale modenese ha, in passato, lavorato. «Sono i primi tre numeri che aprono una collaborazione tra il San Carlo e la Marietti che quest’anno compie 200 anni. - spiega Alessandrini - Questa primavera, nel periodo del lockdown con le biblioteche chiuse, si è realizzato un processo che era già in corso: arricchire il catalogo digitale. Così il 22 aprile abbiamo fatto nascere una nuova collana sul digitale, iRèfoli, che conta finora 40 titoli». I tre libri di esordio della Fondazione sono di docenti universitari che affrontano temi molto belli in testi abbastanza brevi. Del resto, questa collana pubblica cose più recenti, come la prima traduzione italiana del testo teatrale “Il dito” di Doruntina Basha (traduzione di Elisa Copetti), lavori di Giorgio Pressburger, di Roberto Piumini (L’amorosa figura…), Giambattista Basile (Pentamerone), Giuseppe Pontiggia e Daniela Marchschi (Le parole nesessarie), Goffredo Fofi (Tre maestri), Kafka (tre racconti), e anche dei modenesi Roberto Barbolini (Mio marito è un mi bemolle), Roberto Franchini (Cartoline da Auschwitz), Alberto Bertoni (La lingua ritrovata. Storia di mio padre e del suo Alzheimer). «Il libro digitale è a cifre più contenute rispetto a quello di carta. - prosegue Alessandrinui - Il prezzo può aumentare per le opere di migliaia di pagine, come quelle di Franco Ferrarotti. L’eBook è meglio del pdf che si presenta come la fotografia di una pagina. Se scarichi l’eBook puoi decidere anche come farlo grande. Se si hanno problemi di miopia e si vuole leggere meglio si può decidere di fare un corpo maggiore e un diverso tipo di carattere. Una lettura, più agevole, fluida. L’eBook può essere acquistato sul sito Marietti e sulle piattaforme che vendono i digitali, c