Samuel: «Ho l’anima del cantautore che incontra la musica elettronica»

In attesa di tornare in tour con la band dei Subsonica la voce della band pubblica l’album “Brigata Bianca” 

LUCA DONDONI

MILANO. Per il suo secondo disco da solista intitolato Brigata Bianca che uscirà domani, Samuel, voce dei Subsonica, cantautore fuori dalle righe ma soprattutto uomo innamorato delle contaminazioni musicali al punto da mettere sullo stesso scaffale De André e Underworld, ha scelto di rimescolare le carte del suo spartito.


«Negli ultimi due anni ho avuto un percorso abbastanza deflagrante. Facevo delle cose che non volevo. Questo è un album cantautorale che permette di guardare meglio i dettagli; negli ultimi anni ci siamo concentrati su cose effimere ma la pandemia ha distrutto tutte le nostre convinzioni».

Notevoli le collaborazione con Colapesce, Ensi, Fulminacci, Willie Peyote e Johnny Marsiglia per cinque feat. da tenere d’acconto. Fondamentale poi l’apporto di produttori come Ale Bavo, Dade, MACE & Venerus, Machweo, Michele Canova, Federico Nardelli, Strage e Roy Paci.

Anticipate dai singoli Tra un Anno e Cocoricò, le quindici tracce sono state composte, suonate e cantate da Samuel al «Golfo Mistico», lo studio dove l’artista si è rifugiato in questi difficili mesi.

Colapesce, Fulminacci e Willy Peyote andranno al prossimo festival di Sanremo. Lei quel palco lo ha calcato, è stato prodigo di consigli?

«Ma certo, gli ho detto che non devono lasciarsi prendere dall’ansia. Ci sono parecchi esordienti che vanno all’Ariston a cuor leggero ed è sbagliato: non è un palco facile. Vengo da un mondo diverso dal festival di Sanremo ma le scelte degli ultimi anni che hanno aperto alla scena indie hanno rivitalizzato uno show unico al mondo».

«Brigata Bianca» è un disco intimo, le sue storie di vita scavano fino in fondo e lei si mette completamente a nudo.

«Diciamo che ci sono tante anime, la mia vena cantautorale in Felicità insieme a Fulminacci ma anche quella più elettronica, tribale, hip hop con una Cocoricò che ricorda una vecchia serata a Rimini con i Bluvertigo. Da piccolo ero innamorato di De André, Ivano Fossati, Paolo Conte, ascoltavo i loro pezzi ma la sera andavo in discoteca perché quei suoni, la cassa in quattro e quelle suggestioni erano importanti: coi Subsonica l’ho dimostrato».

La copertina è firmata dall’Art Director Marco Rainò e lei ha un look inedito.

«Sì, il colbacco, la giubba sono di ispirazione militare e al posto dei decori e delle medaglie abbiamo ricamato simboli geometrici, bandiere inventate ognuna delle quali è associata a un brano».

Che gran lavoro con Gianluca Senatore (Blue Beaters), Christian Montanarella (Linea 77) per non parlare di Dade (Linea 77) e del freestyle di Ensi in «Boom boom boom boom».

«Ormai questi ragazzi sono la mia band da solista, tanto che li chiamo i Samuels, (scherza, ndr). Trovo che Ensi sia il più bravo rapper freestyle in circolazione e quando ho avuto bisogno di una voce non poteva che essere la sua».

Quando si potrà tornare a suonare dal vivo e prima della promozione per «Brigata Bianca» lei ha un altro impegno da assolvere.

«Con i Subsonica lo scorso marzo abbiamo interrotto il tour per Microchip Temporale e non posso prendere altri impegni. Noi però aspetteremo fino all’ultimo perché per quel tour serve l’assembramento. I Subsonica ha bisogno di assembramento. Se non si potrà e dovrò esprimermi da solo lo farò con la mia band e allora ci sarà spazio per Brigata Bianca».

subsonica al vox

Il Vox club di Nonantola era una delle tappe importanti del tour che i Subsonica avevano programmato l’anno scorso, proprio per il mese di marzo. Erano ben due le tappe in calendario, visto che la prima era andata esaurita nel giro di pochissimo tempo. Studio’s, proprietaria del Vox aveva fatto slittare il tour a marzo di quest’anno, ma al momento vista la pandemia difficilmente si riuscirà a tornare ad aprire i club per gli eventi live. Quanto prima saranno comunicate le nuove date del tour. Che - come dichiara samuel - i Subsonica intendono confermare. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA