Contenuto riservato agli abbonati

Angela Finocchiaro «Voglio conoscere il bello della danza contemporanea»

Perché non approfittare di questo tempo sospeso per parlare anche di danza? Detto fatto. E dall’idea della giornalista e direttrice responsabile della rivista Danza &Danza Maria Luisa Buzzi in collaborazione con Ater Fondazione è nato "Signor spettatore: domande lecite sulla danza contemporanea”. Un talk per la rassegna "Teatri nella rete" di palcoscenici di Ater Fondazione, che vede protagonisti due artisti danzatori di fama internazionale come Michele Abbondanza e Antonella Bertoni in compagnia della straordinaria attrice pluripremiata Angela Finocchiaro. L’evento, che vedrà Abbondanza e Bertoni in collegamento dal Teatro Zandonai di Rovereto, sarà visibile gratuitamente in diretta streaming domani alle 17 su www.teatrinellarete.it e sulla pagina Facebook di Ater Fondazione. «Da perfetta non esperta di danza quale sono – racconta la Finocchiaro – il mio ruolo sarà quello di traghettare gli spettatori al di là del fiume di paure, perplessità e indecisioni che possono sorgere nei confronti della danza contemporanea. Da mera spettatrice di spettacoli di danza e da sempre affascinata da questo linguaggio, con le mie domande estremamente semplici che forse per gli addetti al settore saranno banali, vorrei provare ad avvicinare la danza a qualsiasi tipo di pubblico. Io credo che spesso questa forma d'arte viene sentita lontana perché la si classifica come ermetica. Ma invece credo non sia così. Da attrice mi rendo conto che le parole hanno limiti comunicativi spesso invalicabili, al contrario dell’immenso potere comunicativo che invece possiede il linguaggio del corpo. E allora al bando la paura, spogliamoci da pregiudizi mentali e tuffiamoci con la massima disponibilità in questa meravigliosa forma d’arte che due grandi professionisti come Michele Abbondanza e Antonella Bertoni sapranno raccontarci».

Durante l’incontro verranno affrontati alcuni temi-chiave che caratterizzano questa forma d’arte che esula da definizioni certe, essendo strettamente connessa con il mondo poetico del suo autore, al presente. Insomma, poche certezze e tanti i dubbi del pubblico che si cercheranno di dipanare. Michele Abbondanza e Antonella Bertoni sono i fondatori della "Compagnia Abbondanza/Bertoni" che nel 1991 è stata riconosciuta come una delle realtà artistiche più prolifiche del panorama italiano per le loro creazioni, per l'attività formativa e pedagogica e per la diffusione del teatro danza contemporaneo. «Parlare di danza contemporanea è come voler danzare un concetto – conclude il danzatore Abbondanza- io credo che spesso il pubblico percepisca la danza lontana perché la nostra società ci ha insegnato a razionalizzare tutto impedendoci spesso di lasciarci attraversare da sensazioni ed emozioni. Nel teatro, diciamo in quello più tradizionale, la parola impegna lo spettatore mentalmente e l’emozione arriva spesso mediata da un concetto oltre che dal gesto fisico del corpo dell'attore. Nella danza contemporanea e nel teatro danza invece i corpi trasmettono concetti ed emozioni senza la mediazione della parola grazie ad una relazione emozionale che si crea tra danzatore e spettatore. Infatti non è possibile danzare un concetto senza emozioni. Allora ci piacerebbe che agli spettatori arrivasse questo messaggio. Siamo certi che con la simpatia, l’ironia, la leggerezza e la professionalità di Angela Finocchiaro tutto ciò sarà possibile». Il progetto prevede sei incontri didattici sulla piattaforma Zoom , ogni giovedì dal 28 gennaio al 4 marzo. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA