Nasce il salotto “Modena” porterà la Cultura in ogni luogo

Gasparini: «Ci immergiamo nel territorio» Domani il prof. Corrado racconta Leonardo 

MODENA. Aggazzotti» cambia nome. Dall'inizio del 2021 si chiama “Salotto Culturale Modena”, come ha annunciato la direttrice artista Sabrina Gasparini: «La scelta è avvenuta perché non vogliamo più essere legati ad una sede fissa ma desideriamo proporre i nostri contenuti in diversi contesti. L'idea è quella di uscire dalle mura che fino ad ora ci hanno protetti per immergerci a pieno nel territorio e nella comunità. Sarà ciò che proporremo a decidere la sede più opportuna o viceversa, ci lasceremo ispirare dai luoghi che abiteremo». E sulla scia di questa novità il Salotto Culturale propone una nuova rassegna di incontri on line. «“Un ponte culturale tra remoto e presente” é il titolo che racchiude una serie di iniziative web sul canale YouTube finché non sarà possibile riprendere le attività culturali e di spettacolo in presenza – spiega Gasparini- dopo un momento di delusione, smarrimento e sconforto che ha preso tutti noi lavoratori dello spettacolo, con Simonetta Aggazzotti abbiamo fatto alcune riflessioni e ritrovato l’energia per ripartire. Al centro della nostra rassegna abbiamo così deciso di non mettere la musica perché crediamo che il tipo di proposte che siamo abituati a regalare al nostro pubblico richieda la presenza, ma abbiamo scelto di approfondire tematiche davvero diverse che spaziano dall’arte, alla letteratura, al costume e alla società, senza tralasciare le curiosità arrivando così ad interessare un pubblico davvero eterogeneo». La rassegna, patrocinata dal Comune, è stata realizzata in collaborazione con il professor Claudio Corrado, giovane insegnante di design contemporaneo in un istituto tecnico di Sassuolo che con la sua grande verve e contemporaneità espositiva, ha saputo catturare anche il pubblico dei più giovani facendo raggiungere agli eventi le oltre 600 visualizzazioni ad incontro. «Il mio obiettivo principale in questo “Ponte tra remoto e presente”- sottolinea il prof Corrado- oltre a soddisfare le curiosità di chi ci segue e tenere un filo con il pubblico del Salotto Culturale Modena, è quello di dimostrare che spesso ci si dimentica che gli insegnanti sono un patrimonio di professionalità importante e prezioso. Un insegnante dovrebbe essere un professionista della comunicazione che con la sua esperienza quotidiana in classe è in grado di tradurre in maniera facile e attrattiva qualsiasi argomento. Quello che mi entusiasma del mio lavoro è poter offrire conoscenze culturali a più persone possibili, rendendole alla portata davvero di tutti, spaziando su più argomenti ». Gli argomenti trattati fino ad ora dal professor Corrado, la cui visione è sempre disponibile sul suo canale YouTube, sono stati molteplici: dai “Profeti&Profezie” del debutto del 29 novembre a “I Segreti di Fatima” e a un approfondimento iconografico sul “Natale nell’Arte”. Il nuovo anno si è invece inaugurato all’insegna della fotografia con “Obiettivo sulla storia- gli scatti fotografici più famosi” e a seguire il 7 Febbraio il gettonatissimo “Dante Rock” che insieme all'incontro sulla “Cappella Sistina” del 21 ha totalizzato un seguito di quasi 1000 visualizzazioni. Domani alle 18 si parla di Leonardo da Vinci: “L’anima di Leonardo e le storie delle sue opere”. «Una lezione in "didattica a distanza" per tutti, visti i tempi - conclude il professore- approfondiremo la storia di alcune delle più famose opere del genio vinciano che nascondono misteri e curiosità incredibili”. Gli eventi in diretta, durante i quali si potranno fare domande e commenti, saranno gratuiti e visibili sul canale YouTube di Claudio Corrado o su www.salottoculturalemodena.it. —