«Canto la doppia vita da social che ci rende tutti schizofrenici»

Il modenese d’adozione Snakecardilli pubblica il nuovo singolo in cui racconta le abitudini delle generazioni sempre connesse 

IL PERSONAGGIO

nicola calicchio


«Un brano che con la sua leggerezza d’animo vuole far emergere il vero problema di questa generazione ossia la schizofrenia da social». Così Manuel Russo, in arte Snakecardilli, presenta il suo nuovo singolo, prodotto con edizioni di Materiali Musicali. Il cantautore sannita (è nato a Sant'Angelo a Cupolo, provincia di Benevento) all’età di 21 anni si è trasferito a Modena dove ha iniziato il suo percorso musicale.

Manuel, “Confidenziale” è un brano per fare emergere il problema di questa generazione: la schizofrenia. Come è nato?

«Tutto ha avuto inizio un giorno accedendo ad un social. In quel momento ho avuto la sensazione di come oggi tutti noi viviamo una doppia vita. Da questa considerazione ho iniziato subito a scrivere quello che poi è diventato il testo della canzone».

Un anno fa di questi tempi avevi pubblicato il singolo precedente, “Stock di magliette", per l’estate del dopo Covid. Ad un anno di distanza ci troviamo nella stessa situazione.

«Purtroppo che fosse un'estate diversa dalle altre lo abbiamo visto tutti. Adesso ci ritroviamo nelle stesse condizioni, se non peggio".

Il 2020 ti ha fatto scoprire nuove sonorità.

«In verità ogni giorno è una scoperta seppur quest’ultima nasconda difficoltà oggettive. A volte realizzare il suono giusto comprende una buona dose di rischio, ma bisogna provarci».

Quali sono per te i momenti creativi ?

«A volte senti dentro di te una voce che ti invita a tirare fuori qualcosa. Allora capisci che è giunto di momento di scrivere, il tutto correlato al momento che stai vivendo».

Fare musica per gli artisti indipendenti è più difficile?

«É difficile quando ti crei aspettative. Sappiamo che questo mondo è un mistero grande e ne sono sempre più consapevole, ma se quello che crei ti piace e ti fa stare bene allora riesci a tracciare il sentiero giusto».

Nel 2016 il tuo primo album. A quando il secondo? «Per adesso continuerò a pubblicare inediti/singoli fino alla fine di un ciclo, poi di sicuro il progetto avrà un prosieguo con la realizzazione di un secondo album". —

© RIPRODUZIONE RISERVATA