Si vuole ripartire per l’estate con mostre al Parco Ferrari

Si lavora a progetti presso AC Factory. Anche se la scuola ha subito lunghe pause di arresto, perché per il Covid era ed è vietato fare lezioni all’interno e le uscite, per la pratica, in altre città, sono state sospese, non si è mai rinunciato all’attività espositiva. Così è stata proposta, in ottobre scorso la mostra “88 mani. Progetti fotografici durante la pandemia”. “Con una diretta su Facebook e Instagram, io e Andrea abbiamo coinvolto – evidenzia Paolo – 75 fotografi anche di Bologna, Reggio, Ferrara e Mantova a cui veniva chiesto, in marzo e aprile 2020, uno scatto al giorno, restando in casa. Alla fine sono state raccolte 800 immagini, articolate in 54 progetti a tema, da cui è nata la rassegna di 105 scatti di 44 fotografi nella sede di via Nicoli. C’è pure un video che raccoglie brevi interviste ai partecipanti, e un libro che reca anche poesie e racconti. Una bella esperienza di ricerca e di valenza sociale durante l’isolamento”.

Gualdi ricorda la mostra concepita per il concerto di Vasco al Parco Ferrari, di circa quattro anni fa.


“Non riuscendo ad accreditarmi come fotografo per seguire la manifestazione, abbiamo deciso di girare per la città, con altri 24 fotografi, nei giorni del concerto, per registrare cambiamenti, vicende ed episodi vari. Allora la nostra sede era in via Paolo Ferrari”.

“Abbiamo raccolto circa 5mila foto e operato una selezione da presentare, dopo pochi mesi, con il libro “I giorni di Vasco”, al Festival dell’Unità, dopo un anno al Mercato Albinelli per la “Notte gialla” e due anni fa, per una decina di sere, al bar del Parco Ferrari. Abbiamo fatto in streaming l’assemblea dei soci. Vogliamo ripartire subito, recuperando anche i corsi bloccati, ma pure proporre mostre durante l’estate. Da cinque anni organizziamo, in collaborazione con il Bar del Parco Ferrari, attività gratuite di fotografia. Per quest’anno in programma corsi per i bambini under 11, contest di fotografia e lezioni gratuite, mostre e attività didattiche sull’immagine”. —