Contenuto riservato agli abbonati

Crossroads: il grande jazz per le strade dell’Emilia con sessanta concerti

Dal 17 maggio a novembre 400 artisti italiani e americani: a Modena quattro date In arrivo Rava, Fresu, As Madalenas, De Vito, Seamus Blake e Taborn, Coleman

Nicola Calicchio

Sono quattro gli appuntamenti in provincia di Modena per l’edizione 2021 del festival Crossroads. Altri concerti sono previsti in località a pochi chilometri dalla Ghirlandina. La data iniziale è fissata per il 17 maggio, quella finale il 7 dicembre: quasi sette mesi di calendario nei quali si terranno oltre 60 concerti che coinvolgeranno circa 400 artisti. Sono gli abituali numeri della gigantesca manifestazione itinerante che attraversa l’Emilia-Romagna facendo tappa in oltre venti Comuni. L’ampiezza del cartellone si riflette nella varietà degli stili musicali che si ascolteranno, dal più solido jazz di matrice afroamericana agli apporti sonori introdotti dai contatti con nuove geografie e dalla modernizzazione dei linguaggi musicali.


Crossroads 2021 è organizzato come sempre da Jazz Network in collaborazione con l’assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e con il sostegno del Ministero della Cultura e di numerose altre istituzioni.

Grandi nomi del jazz italiano saranno ospitati dal festival. Si va da Paolo Fresu ad Enrico Rava, da Fabrizio Bosso a Mauro Ottolini da Peppe Servillo a Javier Girotto, solo per citarne alcuni.

Nel cartellone di Crossroads, come sempre, non mancano le proposte di nomi tra i più rappresentativi del jazz Made in Usa: dalle raffinatezze solistiche guidato dal chitarrista Julian Lage all’avveniristico piano solo di Craig Taborn, dal virtuoso sassofonista Seamus Blake ai mitici Five Elements del sassofonista Steve Coleman. Idee musicali fresche giungeranno anche dall’Europa, dalla poco più che ventenne, bassista polacca Kinga Glyk al jazz manouche ispirato a Django Reinhardt del chitarrista tedesco Joscho Stephan.

Poi un’eloquente carrellata di voci: dalle poetiche interpretazioni dell’inglese Sarah Jane Morris alle songs profumate di pop della portoghese Luísa Sobral. E veniamo ai quattro concerti che si svolgeranno nella nostra Provincia. Tre saranno ospitati presso La Tenda (con palco all'aperto) di viale Molza ed uno a Montale.

Primo appuntamento a Modena il 16 giugno, alle 21.30, con Silvia Donati Indaco Trio in “D’amore e d’orgoglio”, concerto dedicato a Billie Holiday e Nina Simone. Con Silvia Donati (voce) Francesca Bertazzo Hart (chitarra) e Camilla Missio (contrabbasso). Il 23 giugno alle 21.30, sempre alla Tenda, sarà la volta di As Madalenas con “Vai, menina”. Sul palco Cristina Renzetti voce, chitarra e percussioni e Tati Valle alla voce, chitarra, percussioni. Maria Pia De Vito (voce) e Julian Oliver Mazzariello (pianoforte) si esibiranno il 1 luglio, sempre alle 21.30. Quarto appuntamento gemimiano il 27 giugno, alle 18.30, alla Terramara di Montale. Arriveranno Lo Greco Bros feat Enrico Rava con “The Man with the Horn”. I musicisti: Enrico Rava (tromba e flicorno), Antonio Zambrini (pianoforte), Enzo Lo Greco (contrabbasso), Gianni Lo Greco (batteria).

Un vero festival nel festival è quello che svolgerà a Correggio, dove Crossroads farà tappa per dodici appuntamenti, alcuni caratterizzati da un doppio concerto. Il programma è caleidoscopico, capace di affiancare star internazionali, cult band della scena italiana e scelte anticonformiste. Oltre alle già citate partecipazioni di Gonzalo Rubalcaba con Aymée Nuviola, dei Barionda di Helga Plankensteiner e della On Time Band, si distinguono l’inedito quartetto all stars che affianca Michael League, Bill Laurance, Lionel Loueke e Jeff Ballard, tutte figure chiave nella definizione del jazz del nuovo millennio. Infine, al Teatro Fabrizio De André di Casalgrande (alle porte di Sassuolo) il 30 ottobre, alle 21.15, ospiti Quintorigo & Roberto Gatto in “Trilogy” con musiche di Charles Mingus, Jimi Hendrix, Frank Zappa. Questi i musicisti sul palco : Roberto Gatto (batteria), Valentino Bianchi (sax), Gionata Costa (violoncello), Stefano Ricci (contrabbasso), Andrea Costa (violino), Alessio Velliscig (voce). —