Contenuto riservato agli abbonati

Sodinha palleggia allo stadio Braglia nel freestyle del rapper Malfer

Escono lunedì il videoclip e il brano dell’artista Sarà protagonista il calciatore del Modena

Modena. Sii come Felipe Sodinha»: così si chiude l’ultimo freestyle firmato dal rapper modenese Malfer. Un mix di rime e ritmo che racconta due storie incrociate tra loro. O meglio: «Due storie simili». Lo specifica proprio Malfer che all’anagrafe è nato nel 1997 e si chiama Alessio Malferrari. Tifoso del Modena, e ci mancherebbe altro, oltre che ampiamente conosciuto nel panorama rap nostrano. Alle spalle diverse opere, nonostante la giovane età, e collaborazioni interessanti. Ha aperto, ad esempio, concerti di Roberto Vecchioni, Coma Cose e Shade. La sua ultima “fatica”, «a dire il vero è stato un grande piacere», ha invece come protagonista Felipe Sodinha. Il nuovo brano e il nuovo video usciranno questo lunedì sul profilo Instagram del rapper (basta digitare: @malfermc). Sì, Sodinha. Proprio il numero dieci del Modena calcio. Fantasista brasiliano dal piede vellutato. «Avevo già avuto modo di scrivere freestyle per il club gialloblù. Lo avevo fatto lo scorso anno, poi ero stato protagonista di alcune dirette sui social ufficiali della società. In quelle “parentesi”, Sodinha ha ascoltato uno dei miei brani ed è rimasto colpito, almeno così mi ha detto». Alessio Malfer, quindi, decide di omaggiare il brasiliano: «Esattamente. Ho scritto il testo di questo pezzo rap nel quale racconto delle difficoltà che Felipe ha dovuto affrontare per diventare calciatore, le stesse che hanno accompagnato anche il mio percorso artistico. Dei momenti difficili e anche di quelli belli. Di come non abbiamo mai mollato e, perché no, di come ce ne siamo spesso fregati del parere delle persone. “Sii come Felipe Sodinha”, dico per chiudere il “film” di questa sua, e anche mia, avventura. Così è nato il “Felipe Sodinha Freestyle”».
 
Il rapper, che vive a San Cesario, una volta confezionato il suo nuovo prodotto lo inoltra al calciatore del Modena. Già, lo inoltra con un semplice click su WhatsApp. «Volevo farlo ascoltare a Felipe – spiega Malfer – ma non pensavo che gli piacesse così tanto. L’idea di accompagnare con un video la mia musica è stata sua. Addirittura si è reso disponibile di partecipare come vero e proprio attore. Non potevo che accettare». Finita qui? Assolutamente no. «Stavamo scegliendo la location e non volevo disturbare il Modena per chiedere di entrare allo stadio Braglia. Avevo la possibilità di contattare l’addetto stampa Antonio Montefusco, ma come detto mi sembrava di essere invadente. Un imbarazzo, questo, che è durato davvero poco. Perché? Un’altra volta ha deciso Felipe. “Il video si fa al Braglia, ci penso io” ha detto a me e a Toma Azzarone, il regista della clip». Detto e fatto: «Abbiamo girato sulle tribune e sul terreno di gioco. Facciamo quello che sappiamo: io rap, lui si esibisce col pallone e la maglia dei gialli». 
 
È l’inizio di una collaborazione e di un’amicizia: «Certo, credo proprio di sì. Ci sentiamo spesso ed è un grande piacere. Non a caso, il video sarà accompagnato da alcune iniziative online. Sarà protagonista anche Sodinha e il pubblico potrà interagire con lui e con noi». 
E se il freestyle si conclude con quel «Sii come Sodinha», il videoclip termina con un gol del brasiliano commentato da Salvatore Fratello, la voce che accompagna le “sintesi” delle gare dei gialli di mister Mignani. Termina con un gol, e con cosa sennò… —