Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Riparte “Margini” La rassegna teatrale cambia sede e va in Staffette Partigiane

Roberta Spaventa di Peso Specifico Teatro: «Ricominciamo dall’esperienza “delivery”» 

MODENA «Siamo davvero contenti di ripartire in presenza con la rassegna "Margini", accogliendo il pubblico nel nostro piccolo borgo di periferia a Modena, la nostra nuova sede, che siamo pronti ad aprire alla città nel rispetto di tutte le regole» dice Roberta Spaventa, direttrice artistica di Peso Specifico Teatro.

Modena, l'estate di peso specifico è la rassegna "Margini"

Dopo lo stop forzato dei mesi scorsi, torna così una rassegna che vuole porre il focus sulla marginalità dell'arte in generale e del teatro in particolare, resa ancor più evidente da questo lungo periodo di pandemia, ma che al contempo vuole dare attenzione alle realtà resilienti che sono state in grado di reagire portando avanti un pensiero e un modo di fare teatro che transita dai margini al centro della vita delle persone.

"Margini", la cui prima edizione aveva avuto sede preso il Teatro Tempio, ora si rianima nel grazioso cortiletto del piccolo borgo di via Staffette partigiane n. 9, che oggi non è sede solo dell’Atelier della compagnia teatrale Peso Specifico Teatro, ma anche di altri artisti di arti visive e musica che cederanno le loro location al pubblico che assisterà agli spettacoli anche dalle finestre e dai balconi che si affacciano sul giardino. «Il cartellone- continua Spaventa- ospita, dunque, alcune delle compagnie italiane più attive sul fronte della persistenza del teatro in presenza, con spettacoli e riflessioni a partire dall'esperienza del teatro-delivery, che anche noi, per primi a Modena con “TeatroExpress – monologhi e fiabe sui pianerottoli”, abbiamo proposto sui durante il lockdown. Saranno presenti Ippolito Chiarello di Nasca Teatri, ideatore del “Barbonaggio teatrale delivery” e fondatore della rete USCA e la Compagnia Carullo-Minasi con il suo “Delivery-theatre”».

Le domeniche di rassegna saranno invece dedicate al teatro-ragazzi con le repliche degli spettacoli “Il Paladino senza nome” e “Vasilissa e la Baba Jaga” a cura di Peso Specifico Teatro. «Ma la novità di quest’anno sarà il convegno del 23 di giugno dal titolo “Note a Margini” - specifica la direttrice artistica - per riflettere sul ruolo del teatro e sulle sue declinazioni a domicilio nell'ultimo anno.

Oltre a noi, Interverranno l’assessore alla cultura Andrea Bortolamasi, il filosofo e scrittore Enrico Piergiacomi, la drammaturga e giornalista Damiana Guerra di MoCu magazine, Ippolito Chiarello e il direttore artistico del Teatro dei Venti. Stefano Tè. E' previsto anche un intervento video della compagnia Carullo-Minasi per il progetto Delivery Theatre"».

«Un'altra proposta di grande valore culturale per l'estate che va ad aggiungersi alle tante in città - ha sottolineato infine l'assessore alla cultura Andrea Bortolamasi- che vuole valorizzare questa compagnia teatrale impegnata da tempo anche in iniziative teatrali di welfare culturale per ial sostegno delle fragilità». Info pesospecifico@gmail.com e tel. 380.3696993 . —