Filosofia in estate per bimbi e ragazzi 

Si comincia oggi, in tutto diciotto laboratori all’aperto condotti da Prisca Amoroso, Giorgio Borghi e Luca Mori

Filosofia per i bambini anche in estate. Diciotto i laboratori all’aperto che la Fondazione San Carlo ha organizzato, tra giugno e luglio, nelle Biblioteche di Modena e provincia, oltre che al Future Education Modena (FEM). Si inizia il 19 giugno. Le attività si svolgeranno presso le biblioteche comunali di Bomporto, Castelfranco, Cavezzo, Finale, Fiorano, Maranello, Medolla, Mirandola, Modena (Delfini), Montale, Nonantola, Novi, San Cersario, San Possidonio, San Prospero, Sassuolo e Vignola, nonché al FEM (ex ospedale S. Agostino). E’ la prima esperienza durante l’estate del progetto FilosoFare, voluto dalla Fondazione San Carlo, in collaborazione con Polo Bibliotecario Modenese e con il contributo di Fondazione di Modena. “Durante i laboratori, condotti da Prisca Amoroso, Giorgio Borghi e Luca Mori, i più piccoli – spiega Carlo Altini, direttore scientifico della Fondazione Collegio San Carlo - potranno confrontarsi con enigmi, domande ed esperimenti mentali che riguardano il loro agire quotidiano e il loro rapporto con gli altri e con il mondo. Tra i temi affrontati vi saranno la libertà, il limite, il rispetto della natura e la costruzione di una città ideale. Si continua, così, a diffondere la pratica della filosofia con i bambini, dai sette ai 10 anni, grazie a spazi aperti di cui dispongono le biblioteche e il Fem.

Con la curatrice Prisca Amoroso,oggi alle 10.30, i bambini proveranno a scrivere, organizzando le informazioni, presso la biblioteca dei ragazzi “Leontine” di Sassuolo, una guida turistica un po’ speciale, utile per viaggiatori extraterrestri. Al FEM, nello stesso giorno, alle 16.30, si realizzerà insieme una sorta di “Enciclopedia Terrestre” per soddisfare la curiosità del nostro nuovo amico extraterrestre. Alla biblioteca “Lori” di Montale, il 24 giugno alle 17, sarà costruita una raccolta di documenti, per raccontare il nostro pianeta agli abitanti di mondi e pianeti distanti. Amoroso guiderà anche gli incontri alla biblioteca “Monelli” di Fiorano (7 luglio, alle 17), per allenarsi a cogliere occasioni per porsi domande filosofiche; alla biblioteca “Bernardini” di San Possidonio (9 luglio alle 10.30) per riflettere sulla libertà, sulla responsabilità e sul nostro rapporto con gli altri; alla biblioteca “Pederiali” di Finale (9 luglio alle 17.30) per immaginare un colloquio con un extraterrestre e, quindi, per discutere sulle forme di conoscenza; alla Mabic di Maranello (19 luglio alle 18) per indicare i modi possibili per classificare le forme naturali.


Numerose le attività dei piccoli anche con Luca Mori: alla biblioteca di San Cesario, il 26 giugno alle 10.30, si ricomporranno frammenti di pensieri attribuiti ai sapienti; alla Delfini di Modena, alle 17, un viaggio, tra ragionamento e immaginazione, per dare significato all’utopia; alla biblioteca “Tolkien” di Bomporto, il 30 giugno alle 10.30, si ricercano connessioni tra frammenti di antichi filosofi per vedere e leggere la realtà in modo insolito. Nello stesso giorno alle 17, alla biblioteca di Nonantola si individueranno le caratteristiche di un paesaggio ideale in cui vivere al meglio. L’8 luglio, alle 10.30, alla “Biblio” di Cavezzo, si affronterà il senso del limite, commentando la massima di Socrate “nulla di troppo” come la virtù di un giovane. Alla biblioteca di San Prospero, alle 17, si parlerà, partendo dall’illustrazione di un veliero in alto mare, della metafora della vita come navigazione.

Il compito di Giorgio Borghi è quello, alla biblioteca “Garofalo” di Castelfranco, il 28 giugno alle 17, di portare a scoprire che ogni essere vivente è un nodo della complessa trama della vita. Alla biblioteca “Garin” di Mirandola (1 luglio alle 10.30) si porrà l’accento sul dominio sull’altro, sulla vita, sulla natura che potrà trasformarsi in conseguenze imprevedibili. Alle 17, alla biblioteca di Medolla, si ripercorreranno insieme i fili che collegano le strane perturbazioni, per scoprire il legame che unisce tutte le forme di vite che condividono il nostro pianeta. A volte anche le migliori intenzioni possono non portare ai risultati sperati, soprattutto se si pretende di ottenerli tutti e subito: è il tema dell’incontro alla biblioteca “Selmi” di Vignola, il 2 luglio alle 17. Mentre, il 3 luglio alle 10, alla biblioteca “Lugli” di Novi, si esaminerà la nostra esistenza sulla terra che, come quella di ogni altra forma di vita, si basa su un delicato e complesso equilibrio.