Contenuto riservato agli abbonati

Musica, Maestro! e Casa Pavarotti a Modena si trasforma in teatro di qualità

Da martedì quattro serate-omaggio per il tenorissimo  I protagonisti sono: Griminelli, Buffa, Preziosi e Murgia

Paola Ducci

MODENA. Per gli appassionati della musica e del teatro è in partenza martedì sera, presso il meraviglioso parco della Casa Museo Pavarotti la prima edizione di “Musica Maestro!”, la rassegna di spettacoli promossa dalla Fondazione Luciano Pavarotti, in collaborazione con il Teatro Duse di Bologna, che proseguirà fino a sabato. Il titolo reca in sé un evidente omaggio al “padrone di casa”, ma vuole anche salutare con brio tutti i “maestri musicisti” e i grandi artisti che si esibiranno sul palco modenese. «La rassegna nasce infatti con l'intento di celebrare una ricorrenza molto importante – afferma l’ideatrice della rassegna Nicoletta Mantovani - il 60° anniversario del debutto di Luciano. Il 29 aprile 1961 Luciano si presentò sul palco del Teatro Municipale Valli di Reggio Emilia debuttando come Rodolfo ne La Bohème di Giacomo Puccini. Quel giorno segnò una svolta fondamentale nella sua vita e portò alla ribalta del mondo un tenore che ha profondamente segnato la storia dell'opera del secondo Novecento». Per celebrare questo anniversario tutti gli appuntamenti della rassegna Musica Maestro! guarderanno allora sia alla carriera di Pavarotti sia al mondo dell'opera più in generale. Si parte martedì con “Il Flauto nel cinema”, un recital che si compone delle musiche di Ennio Morricone e Nino Rota, che ripercorre la straordinaria carriera del grande e pluripremiato flautista Andrea Griminelli, divenuto famoso in tutto il mondo dopo essere stato presentato, appena venticinquenne, nel memorabile concerto al Madison Square Garden da Luciano Pavarotti col quale intraprese una intensa collaborazione. «Ho affiancato il Maestro fin da giovanissimo e sono felice di suonare in questo contesto in suo onore – ha commentato Griminelli in un video messaggio- il concerto che proporrò con il Maestro Stefano Nanni alle tastiere ripercorre quei grandi successi divenuti famosi poiché parte di colonne sonore di celeberrimi film che fin da bambino mi hanno appassionato ancor prima della musica classica».


La rassegna proseguirà mercoledì con lo spettacolo “Italia Mundial” di Federico Buffa accompagnato al pianoforte da Alessandro Nidi che farà rivivere l'entusiasmo dell'avventura mondiale della Nazionale di calcio italiana del 1982. Pavarotti, infatti, emozionò i tifosi di tutto il mondo insieme ai colleghi Placido Domingo e Josè Carreras proprio in occasione delle finali dei Mondiali. I due appuntamenti successivi saranno invece reading musicali che vedranno protagonisti Alessandro Preziosi (giovedì) e Michela Murgia (venerdì) accompagnati rispettivamente dal pianista Francesco Libetta e dal fisarmonicista Giancarlo Palena. Infine "Che gelida manina" (4 settembre) sarà il concerto di chiusura con protagonisti i giovani cantanti sostenuti dalla Fondazione, accompagnati al pianoforte dal maestro Paolo Andreoli e dal quartetto d’archi Gocce d’Opera. Biglietti disponibili su vivaticket.com ad eccezione del concerto di sabato 4 che sarà ad ingresso gratuito prenotando al numero 059.460778 o inviando una mail a info@casamuseolucianopavarotti.it. Disponibili i “Gold Package” che includono il biglietto nelle prime file, la visita guidata al museo un aperitivo nel giardino. In caso di maltempo gli spettacoli al teatro Duse di Bologna.