Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Da piazza Grande alla Casa Museo: allievi e artisti celebrano Pavarotti . La messa in San Faustino

Nicoletta Mantovani e Aldo Sisillo ricordano il Maestro. Domenica la grande lirica, lunedì anche Nek e Annalisa

Modena. Sarà la “Petite messe solennelle” di Rossini ad aprire domenica, in piazza Grande alle 21,15, il ciclo di celebrazioni dedicate a Luciano Pavarotti, in occasione del quattordicesimo anniversario della scomparsa. Si proseguirà lunedì 6 presso il parco della Casa Museo Luciano Pavarotti con un “Concerto Tributo”. Sempre lunedì alle 9 nella chiesa parrocchiale di san Faustino sarà celebrata una messa in suffragio.

Modena ricorda Luciano Pavarotti: quanti eventi!



«Saliranno sul palco di piazza Grande– spiega il maestro Aldo Sisillo, direttore artistico del Teatro Pavarotti di Modena - il soprano Giada Borrelli, il mezzosoprano Victoria Pitts, il tenore Matteo Desole e il basso Luca Tittoto che si esibiranno insieme all’Orchestra Filarmonica Italiana e al Coro Lirico di Modena in quest’opera di Rossini. È bello ricordare che tutti questi artisti, ormai affermati e conosciuti nel panorama lirico internazionale, provengono dalle nostre scuole modenesi di alta formazione in canto lirico. Un grande e importante vanto per la città. Direttore sarà Antonino Fogliani, maestro del coro Stefano Colò per una produzione della Fondazione Teatro Comunale di Modena».

«La “Petite messe solennelle” – specifica Sisillo - fu scritta nel 1863 e fu orchestrata da Rossini nel 1867. Tra le registrazioni che si ricordano, celebre è rimasta quella del 1971 con Luciano Pavarotti, Mirella Freni e Leone Magiera al pianoforte, diretti da Romano Gandolfi insieme al Coro polifonico del Teatro alla Scala». Lo spettacolo, organizzato nell’ambito di Modena Città del Belcanto, sarà trasmesso in diretta da Trc,

Lunedì, giorno dell’anniversario della morte, le luci si accenderanno sul grande palco allestito presso il parco della Casa Museo Pavarotti e promosso dalla Fondazione Luciano Pavarotti in collaborazione con il Comune di Modena e la Fondazione di Modena. «Anche quest’anno abbiamo cercato di portare avanti, come ormai facciamo da anni, il grande amore per l’opera di Luciano insieme alla sua apertura verso altri mondi – sottolinea Nicoletta Mantovani, presidente della Fondazione - Si partirà con Vittorio Grigòlo, che è stato forse l’ultimo allievo di Luciano. Ricordo che lo indirizzò allo studio del canto lirico quando da piccolo lo udì cantare mentre faceva il pastorello in Tosca. Grigòlo seguì i suoi consigli e un giorno venne dal Maestro per preparare la Bohème. Luciano si mise in casa mentre chiese a Grigòlo di cantare in giardino perché voleva capire come scorreva la sua voce. A fine esibizione si avvicinò a lui e gli disse: “Bravo Vittorio, continua così e avrai successo!”. Beh, non si è sbagliato, ora è un tenore acclamatissimo che si è esibito sui palcoscenici di tutto il mondo». A presentare la serata di lunedì sarà Nek, impegnato anche in duetti con altri artisti e la cantante Annalisa che oltre a interpretare un suo brano, canterà con i giovani allievi della Fondazione Luciano Pavarotti.

«Insieme cercheremo di percorrere tutte le varie tappe della carriera di Luciano – ha concluso Mantovani – che sono anticipate dalla rassegna “Musica Maestro!” realizzata alla Casa Museo in occasione dei 60 anni del suo debutto come cantante nella Bohème al Valli di Reggio Emilia. Questa sera si partirà con il flautista Andrea Griminelli, accompagnato alle tastiere da Stefano Nanni per poi proseguire tutta la settimana con artisti del calibro di Federico Buffa, Alessandro Preziosi, Michela Murgia e musicisti come Alessandro Nidi, Francesco Libetta e Giancarlo Palena, per concludere con una serata dedicata ai giovani cantanti d’opera sostenuti dalla Fondazione». Entrambi gli eventi di domenica e lunedì saranno gratuiti. Per domenica sarà necessario ritirare il biglietto presso il Teatro Comunale o la Galleria Europa di piazza Grande (la sera dello spettacolo), previa prenotazione anche telefonica. Per lunedì si potrà prenotare al numero 059460778 o inviare una mail a info@casamuseolucianopavarotti.it