A Jean-Yves Ferri e Didier Conrad il compito di proseguire la saga

Nato nel 1959, proprio come Asterix, lo sceneggiatore Jean-Yves Ferri passa l’infanzia a leggere la rivista «Pilote», maturando da subito la sua vocazione: diventare autore di fumetti! Dopo un passaggio nel mondo dell’illustrazione, dal 1993 pubblica il suo primo fumetto, «Les Fables Autonomes» (Fluide Glacial, di cui escono due albi), prima di creare il celebre personaggio del poliziotto di campagna, Aimé Lacapelle (Fluide Glacial, di cui appaiono quattro albi). L’incontro con Manu Larcenet nel 1995 sfocia nella serie di punta «Le Retour à la terre» (FluideGlacial, 6 albi), il cui ultimo titolo «Métamorphoses» è uscito nel 2019. Parallelamente, Ferri e Larcenet firmano «Correspondances» (Ed. Les Rêveurs 2006) e i due albi di «Sens de la vis» nel 2007 e 2010 (Ed. Les Rêveurs). Ferri è anche l’autore di «De Gaulle à la plage» (Dargaud), adattato in cartone animato nel 2020. Nel 2103 incontra Didier Conrad. Anche Didier Conrad è nato nel 1959 come Asterix, a Marsiglia. Il suo primo fumetto, Jason, viene pubblicato nel 1978. In seguito si dedica all’animazione della parte superiore delle pagine della rivista «Spirou» insieme all’autore Yann, con il quale crea la serie leggendaria «Les Innommables». Seguiranno numerose creazioni traboccanti di umorismo, come «Bob Marone» (1980), «L’Avatar» (1984), «Le piège malais» e «Donito» (dal 91 al 96) con Wilbur. Nel 1996 si trasferisce a Los Angeles per lavorare allo sviluppo visivo e allo story-board del lungometraggio d’animazione «La strada per Eldorado» (uscito nelle sale nel 2000), prodotto dalla Dreamworks. Due anni dopo, torna al fumetto con il seguito degli «Innommables» e prosegue la collaborazione con Wilbur per «Tigresse Blanche» (2005-2010), la serie «RAJ» (2007-2010) e «Marsu Kids» (2011-2012). Nel 2013 incontra Jean-Yves Ferri e nel 2014 trasloca a Austin (Texas).