“Shooting in Sarajevo” con Ottani e Biagiarelli

SASSUOLO. “Caffè con l’Autore” torna oggi, alle 17, presso la drogheria Roteglia, con “Shooting in Sarajevo” di Luigi Ottani e Roberta Biagiarelli, in collaborazione con Mondadori Bookstore Sassuolo. Il libro, edito da Bottega Errante Edizioni, raccoglie le immagini della mostra, in esposizione presso Paggeria Arte & Turismo fino al 31 ottobre, e racconta il progetto che Ottani e Biagiarelli hanno intrapreso a Sarajevo nel 2015, fissando scatti della città dagli stessi luoghi dai quali i cecchini la tenevano sotto assedio. Al centro delle riproduzioni ci sono le persone, semplici passanti immortalati durante la loro quotidianità, il cui destino, solo 25 anni prima, era nelle mani di un tiratore celato tra le mura di palazzi famigliari. La complessità del percorso abbracciato dai due artisti li ha portati, nel tempo, ad affiancare allo studio sulla realizzazione iconografica di ogni singola foto le testimonianze e gli interventi di due sarajevesi speciali: Azra Nuhefendic e Jovan Divjak, oltre che del giornalista-scrittore Gigi Riva, cittadino onorario di Sarajevo, dello storico Carlo Saletti e del fotoreporter Mario Boccia. Luigi Ottani è un fotografo con una particolare predilezione per i temi sociali del mondo contemporaneo, nei suoi reportage troviamo, tra gli altri: il dopoguerra in Bosnia, la piaga della prostituzione minorile in Cambogia, lo Sri Lanka colpito dallo Tsunami, il dramma della convivenza israeliano-palestinese, la vita nella “zona morta” a Chernobyl e la difficile realtà di alcuni quartieri urbani italiani. Roberta Biagiarelli, attrice, autrice e progettista teatrale, intraprende il suo percorso di formazione studiando in Italia e all’estero. Nel 2002 fonda l’associazione “Babelia&C.- progetti culturali” per dedicarsi calla produzione, ricerca ed interpretazione di temi sociali, storici e politici. Prenotazione obbligatoria al 348/9052399.