La classica del Pavarotti-Freni cala l’asso Gatti-Mahler orchestra

MODENA. La stagione concertistica del teatro Comunaler Pavarotti Freni, ricomincia con un appuntamento che gli appassionati certo non si lasceranno sfuggire. Questa sera alle 20.30 è infatti in programma il concerto di Daniele Gatti alla guida della Mahler Chamber Orchestra, appuntamento fra i più attesi della stagione. Il programma è interamente dedicato alla musica di Robert Schumann, con l’Ouverture dell’opera Genoveva, il Brano da concerto per quattro corni e orchestra op. 86 e la Sinfonia Renana n. 3. Daniele Gatti, fra gli interpreti più noti del panorama internazionale, è stato direttore principale della Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam e ha ricoperto ruoli di prestigio presso altre importanti realtà musicali come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Royal Philharmonic Orchestra, l’Orchestre national de France, la Royal Opera House di Londra, il Teatro Comunale di Bologna, l’Opernhaus di Zurigo. I Berliner Philharmoniker, i Wiener Philharmoniker, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks e l’Orchestra Filarmonica della Scala sono solo alcune delle rinomate istituzioni sinfoniche con cui collabora. Ha diretto al Festival di Bayreuth (uno dei pochi direttori d’orchestra italiani a essere invitato al festival wagneriano), al Metropolitan Opera di New York, al Festival di Salisburgo e al Teatro alla Scala di Milano. Con una formazione di base di 45 membri provenienti da venti diversi paesi, la MCO è stata fondata da Claudio Abbado nel 1997 divenendo una delle più prestigiose orchestre europee. L’attività dell’orchestra, un collettivo che raccoglie i migliori elementi di provenienza internazionale, è costituita da regolari tournée e fino ad oggi si è esibita in più di quaranta diversi Paesi .