Al Troisi a tu per tu con Dracula spettacolo per trenta spettatori

L’originale messa in scena del testo ispirato alla figura del personaggio di Stoker Protagonista Marco Cintori Doppia replica oggi e domani

NONANTOLA. Con il nuovo anno riprende la stagione serale del Teatro Massimo Troisi di Nonantola, curata da Ater Fondazione in sinergia con l’Amministrazione comunale. Questa sera e domani alle 20 e alle 22, andrà in scena “Aspettando Dracula” della compagnia Teatro Perdavvero, prodotto da Accademia Perduta Romagna Teatri. Lo spettacolo sarà rivolto a 30 spettatori per fascia oraria, un’occasione per vivere appieno l’intimità del teatro, vivendo lo spettacolo in una dimensione decisamente più coinvolgente.

Dracula, figura misteriosa resa celebre dal romanzo di Bram Stoker, è diventata un mito di paura ovunque conosciuto, capace di attrarre come solo le storie più belle sanno fare.


Una “favola” per adulti, una storia che si presta a molteplici reinvenzioni, come in questa riscrittura della compagnia Teatro Perdavvero.

L’attore protagonista Marco Cantori afferma: «Le ragioni che ci hanno spinto a riscrivere questa storia sono molteplici. Innanzitutto, il mito di Dracula parla alle nostre paure che, su un piano diverso, vengono rievocate durante un presente oscuro, in cui la parola più ripetuta è “contagio”, termine che risuona nella storia del nobile vampiro. Lo spettacolo nasce dall’esigenza di canalizzare gli stimoli suscitati dalla lettura di questo grande classico in una narrazione teatrale insolita, che in parte reinventa la storia originale, tradendola come si deve».

Il Teatro Perdavvero è una compagnia teatrale composta da artisti provenienti da diversi ambiti: attori, musicisti, scenografi, videomakers. Dal 2014 opera nel teatro per le nuove generazioni in Italia e in Svizzera. Con “Aspettando Dracula” la compagnia si rivolge per la prima volta al pubblico della prosa.