Contenuto riservato agli abbonati

Modena, il trombettista Jeremy Pelt questa sera in concerto allo Smallet Jazz Club

Con lui Victor Gould al piano, Chien Chien Lu al vibrafono  Vicente Archer al contrabbasso e Allan Mednard alla batteria

MODENA. Oggi dalle 21, allo Smallet Jazz Club (presso Abate Road 66, in Via Nicolò Dell'Abate), l'associazione Amici del Jazz di Modena presenta il Jeremy Pelt Quintet. Il celebre trombettista sarà affiancato sul palco da Victor Gould al piano, Chien Chien Lu al vibrafono, Vicente Archer al contrabbasso e Allan Mednard alla batteria. Al termine del concerto, a partire dalle ore 22.30 si prosegue con la consueta jam session che è diventata un appuntamento fisso di tutti i lunedì sera.

Jeremy Pelt è considerato tra i migliori trombettisti della scena jazz contemporanea, acclamatissimo dal grande pubblico statunitense e votato “Rising Star” della tromba negli ultimi cinque anni dalla prestigiosa testata Downbeat Magazine. Nella sua carriera di giovane trombettista, si è esibito accanto a mostri sacri del calibro di Jimmy Heath, Frank Foster e Ravi Coltrane, fino ad arrivare a incidere con il grande Wayne Shorter. Ha prestato il prezioso sound della sua tromba alla Roy Hargrove Big Band, alla Village Vanguard Orchestra e alla Duke Ellington Big Band. Il Jeremy Pelt Quintet è fra i gruppi più seguiti e apprezzati del jazz newyorkese. Quinidi, un appuntamento da non perdere per gli amanti del jazz dell'Emilia Romagna.


Alla fine del concerto di Jeremy Pelt, presso il Centrale 66 ci sarà la consueta Jam Session condotta dal Free Quartet di Cesare Vincenti. Il musicista è docente di chitarra da 30 anni e, questa esperienza, lo ha portato a collaborare con i più grandi e rinomati artisti e docenti americani come Garrison Fewel, Joe Zawinul, Pat Martino, Jennifer Batten, Mike Stern e molti altri ancora. Nel corso della sua carriera ha suonato nei festival più importanti come Umbria Jazz e Montreau Jazz e in molti teatri italiani. Ha collaborato per oltre 10 anni con la Freedom Family del Reverendo Americano "Lee Brown" suonando in numerose tournée in Italia, Germania e Spagna. Ha suonato per 5 anni nella Jazz Art Orchestra collaborando con molti musicisti Italiani come Fabio Concato, Tulio DePiscopo, Ellade Bandini, Cristian Maier, Fabrizio Bosso e molti altri. Dal 2013 è il chitarrista stabile di Little Taver, noto cantante Rock and Roll reggiano, con il quale ha suonato in molti locali live Italiani e in prestigiosi Festival in Austria , Francia e Svizzera. Sul palco Insieme a Cesare Vincenti ci saranno: Onofrio Paciulli al pianoforte, Glauco Zuppiroli al contrabbasso e Andrea Burani alla batteria. Biglietti 20 euro interi e 15 euro ridfotti (fino a 25 anni). Per info e prenotazione tavoli è possibile telefonare al 328/5460598.