Contenuto riservato agli abbonati

Modena, manifesti internazionali. Gli artisti vanno in aiuto dei bambini dell’Ucraina

La mostra e la vendita delle opere domani ospitata nel Complesso San Paolo. L’intero ricavato all’Associazione Save the Children. Una iniziativa da non perdere 

MODENA. Non poteva mancare la generosità degli artisti. E sabato, dalle 10 alle 20, nella sala del Leccio del Complesso conventuale San Paolo (ingresso via Selmi 67) “16 manifesti per l’Ucraina”, l’iniziativa che permetterà di raccogliere denaro, con la vendita delle opere. L’intero ricavato andrà all’Associazione Save the Children che dal 2014 opera in Ucraina e, in questo periodo, è fortemente impegnata su tutti i fronti.

Tutti noti gli artisti che hanno realizzato i manifesti. Tra i modenesi Marino Neri, a cui si uniscono nomi di sicuro rilievo, come Ericailcane, Loretta Mattotti e Gabriella Giandelli, legati alla galleria modenese D406, di cui è direttore Andrea Losavio, ora parte attiva del progetto, in quanto collabora con la casa editrice bolognese Sigaretten, a cui si deve l’organizzazione dell’iniziativa.


Acquistando un manifesto si fa un bel gesto per una nobile causa: si possono aiutare i bambini in gravi difficoltà di cui la guerra è portatrice, ma si porta a casa anche qualcosa artisticamente singolare. Infatti, grandi maestri e giovani talenti del fumetto hanno donato i loro disegni riprodotti in manifesti 70x50 cm (trenta esemplari per ogni artista e dunque in totale 480 manifesti) esposti e in vendita a Modena, per una raccolta fondi promossa dal collettivo editoriale bolognese Sigaretten, Sigaretten, che è una comunità creativa nata a Bologna dall’incontro di artisti di diverse generazioni intorno a un’idea di Stefano Ricci, già fondatore della storica rivista Mano. Ecco i nomi: Ahmed Ben Nessib, art spiegelman, David B., Davide Minciaroni, Gabriella Giandelli, Lucie Lucanska, Mara Cerri, Marino Neri, Ericailcane, Gosia Machon, Maria Luisa De Nola, Valeria Cavallone, Chris Ware, Nora, Lorenzo Mattotti, Marco Smacchia. Come si può vedere ci sono famosi artisti della narrazione con il disegno, come il francese David B. e gli americani Chris Ware e art spiegelman, e disegnatrici di primo piano della scena italiana contemporanea, come Mara Cerri e Gabriella Giandelli, senza dimenticare esordienti di grande talento che possono essere considerati promesse del mondo del fumetto e dell’illustrazione internazionale.

L’iniziativa ha già registrato uno straordinario successo a Bologna, il 12 marzo scorso, presso la Galleria Squadro, dove gli artisti erano undici. Per l’appuntamento modenese, che l’assessorato alla cultura ha condiviso con interesse e la Galleria D406 ha supportato (collaborazione anche della galleria parigina Martel), gli artisti sono 16. Quindi, cinque in più, tra cui Ericailcane e Lorenzo Mattotti. E’ un’occasione unica per acquistare un manifesto d’autore: 10 euro il prezzo di ogni copia. Il ricavato sarà devoluto a Save the Children, attiva da otto anni in Ucraina, che oggi sta intensificando il suo intervento anche nei Paesi vicini come Romania e Polonia per accogliere le persone in arrivo alle frontiere offrendo pasti caldi, medicine, coperte, vestiti e sostegni economici per garantire ai bambini supporto psicologico ed aiutarli ad affrontare il trauma che stanno vivendo. Sta attivando collaborazioni con organizzazioni minori presenti sul territorio al confine. Tra le altre cose, fornisce supporto economico alle famiglie di sfollati dell’Ucraina centrale, per aiutarli a comprare medicine, vestiti e tutto il necessario possibile. All’Associazione sta a cuore la salute, la nutrizione e l’istruzione dei minori. Oltre che acquistando un manifesto d’artista, si può contribuire anche con un contributo diretto tramite pagamento online o bonifico bancario. Per informazioni consultare il sito:https://www.savethechildren.it/dona-fondo-emergenze#form-start

© RIPRODUZIONE RISERVATA