Contenuto riservato agli abbonati

Mirandola, i giovani musicisti della Andreoli sbarcano sulle piattaforme digitali

La compilation “Satellite vol. 1” frutto di un progetto ideato dalla Fondazione Tutti i brani scritti, arrangiati, prodotti, suonati, mixati all’interno del percorso

MIRANDOLA. La Fondazione Scuola di Musica “Andreoli” si mantiene costantemente al passo coi tempi aggiornando la proposta educativa e culturale. Il nuovo obiettivo realizzato è una compilation di 13 brani inediti che dal 2 maggio è disponibile su Spotify, Apple Music e sulle altre piattaforme musicali mondiali di condivisione e streaming. La compilation si chiama “Satellite vol. 1” ed è il frutto di un progetto ideato e condiviso dalla Fondazione “Andreoli” con Sinergas. Tutti i brani (di diversi generi musicali e cantati parte in italiano e parte in inglese) sono stati scritti, arrangiati, prodotti, suonati, registrati, mixati e masterizzati all’interno del percorso dai ragazzi protagonisti del progetto.

«Gli obiettivi – spiega il direttore della Fondazione Mirco Besutti – sono stati la promozione della composizione, della produzione musicale e della creatività dei giovani musicisti e dei cantanti della Scuola. Volevamo incentivare il loro essere propositivi e la loro capacità di autoprodurre brani originali scritti, composti ed eseguiti da loro stessi. Oltre ad essere un progetto dall’alta valenza culturale, favorendo i talenti e le energie giovanili, è anche orientato a fornire conoscenze utili al loro percorso di vita ed anche professionale, se sceglieranno di lavorare nel mondo della musica». «La nostra società – aggiunge Mirko Dal Pozzo, direttore generale Sinergas – dà energia alla musica sostenendo la didattica musicale. Da diversi anni Sinergas contribuisce a sostenere i percorsi di psicopedagogia musicale della Fondazione Scuola di Musica Andreoli per le famiglie del territorio. Siamo impegnati quotidianamente nella promozione dei valori di prossimità e vicinanza all’interno delle comunità in cui operiamo. È per questo che ci riconosciamo nella mission della Fondazione Andreoli che utilizza la musica come veicolo di integrazione e inclusione delle giovani generazioni».


Il nuovo progetto promuove la musica nella sua forma più moderna, in sinergia con le nuove tecnologie e con l’interesse dei ragazzi; partendo proprio da una richiesta dei giovani della Scuola, accolta dal maestro Giorgio Borgatti e dal direttore Mirco Besutti, è nato il progetto, che si è sviluppato sotto forma di laboratorio (tenuto dai docenti Martino Greco e Lorenzo Borgatti) con obiettivo l’ascolto, la comprensione e il confronto costruttivo. Il percorso ha prodotto 13 brani originali, che saranno presentati in anteprima dal vivo a Mirandola giovedì 12 maggio, nel corso di una serata che si terrà sul palco principale della Fiera di Maggio. Come detto, già dal 2 maggio è possibile ascoltare o scaricare i brani, apprezzando lo sforzo di questi giovani musicisti, in procinto di affacciarsi su un pubblico mondiale con capacità sorprendenti.