Contenuto riservato agli abbonati

Carpi, Festa del Racconto, gran finale con Baccini, Cacciari e Lagioia

Nelle Terre d’Argine successo di pubblico per la manifestazione E stasera in piazza Martiri a Carpi arriva il musicista Giovanni Caccamo

Uno straordinario successo di pubblico ha accolto gli eventi della Festa del Racconto nei comuni delle Terre d’Argine anche in questa diciassettesima edizione, intitolata “Voci di meraviglia”.

Per cinque giorni, le piazze di Carpi, Novi, Soliera e Campogalliano ritornano a rivedere l’incanto del mondo e a parlare di racconti e sogni che passano dai libri e si trasformano in voci.


Anche l’ultima giornata in calendario della Festa del Racconto, quella di oggi, riserva grandi sorprese a curiosi e appassionati. Gran finale con il musicista Giovanni Caccamo, stasera alle 21.30 in piazza Martiri a Carpi: insieme a Saverio Tommasi, autore e giornalista, si esibirà in “Parola. Il cantautore Francesco Baccini, alle 21 al parco della Resistenza di Novi si esibirà in parole e musica con: “Le donne di Novi di Modena. Hanno le ossa grandi”.

Prima del finale tanti appuntamenti di prestigio coloreranno la giornata. Alle 10 in piazzale Re Astolfo il grande storico dell’alimentazione Massimo Montanari sarà protagonista di una conversazione dal tema “Cucine di meraviglia”. L’esperto di ricettari antichi e moderni, analista delle mode e dei tic moderni legati al cibo e alla cucina, dalla storia degli spaghetti al pomodoro a quella delle polpette, Montanari conduce i partecipanti alla scoperta delle tavole antiche e di oggi, dove il cibo è portatore di continue sorprese sia per gli occhi, sia per gli altri sensi.

Altro momento molto atteso la conversazione con Nicola Lagioia in piazzale Re Astolfo, alle 11.30. Lagioia è uno degli scrittori più interessanti del panorama contemporaneo. L’autore di “Portando tutto a casa, La ferocia e La città dei vivi parlerà della sua attività, del rapporto con la letteratura, dei racconti che più lo hanno formato ma soprattutto del suo lavoro di indagine sui lati oscuri della vita italiana degli ultimi decenni.

Da non dimenticare, al Cortile di Levante a Carpi, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, la lettura “A sbirciar libri”, con Barbara Eforo.

Alle 15.30, ai Giardini del Teatro comunale si terrà la performance “Racconti tridimensionali”, con Annalisa Grulli e Francesca Nironi: una lettura di estratti dell’antologia “I racconti della sesta luna”, in una rappresentazione che fonde voce e corpo, dando forma alla parola.

Grande curiosità desta anche l’appuntamento con Guido Barbujani, genetista, studioso di comportamenti, che ha fissato in un libro di racconti “soggetti smarriti”, una serie di avventure che ruotano intorno al tema dello spostarsi nello spazio per ritrovare qualcosa che non si conosceva o che si considerava perduto o che, ancora, non si immaginava. I suoi “spaesamenti” si iscrivono nella linea del raccontare vite comuni tipica dei narratori emiliani del Novecento. La conversazione sarà alle 16.30 in piazzale Re Astolfo a Carpi.

Alle 18.30 protagonista sarà Massimo Cacciari, in dialogo con Marco Antonio Bazzocchi, su “Daniele Del Giudice, scrittore dell’invisibile”.

Alla biblioteca Loria dalle 17 alle 19.30 sarà il momento del corso di legatoria artigianale, il workshop a cura di Flaminia Masotti. FoxCraft, che parte da carte, legature e cuciture per dar forma al libro. Il laboratorio è all’interno della mostra bibliografica Theatrum Mundi che espone antichi libri che accendono la meraviglia.

Ai Giardini della Pretura di Carpi alle 17.30 conversazione con Mariapia Veladiano, scrittrice del silenzio e delle sfumature. Alle 18 aperitivo con “Meraviglie all’opera... e non solo” in San Rocco, a Carpi, con la soprano Serena Daolio, il pianista Raffaele Cortesi e l’attore Bruno Stori. l