Contenuto riservato agli abbonati

Fiorano, un pieno di musica per le Note di notte al Castello di Spezzano

Il programma della ricca rassegna estiva

Fiorano Per l’estate 2022 l’appuntamento per appassionati di musica è come sempre al castello di Spezzano, con la rassegna “Note di Notte”, quest’anno organizzata dal Comitato ‘Fiorano in festa’, in collaborazione con il Comune. Saranno dieci gli appuntamenti ad ingresso gratuito che ci accompagneranno da giugno a settembre, lungo tutta l’estate, con musica di qualità declinata in modi differenti e non solo. Infatti ci sarà anche una serata particolare, dedicata a ‘Il suono della cura’, martedì 9 agosto, con racconti emblematici di medicina e musica dall’800 a oggi. Sarà una conversazione concerto con il dottor Pierdante Piccioni, già primario del Pronto Soccorso di Lodi, che racconterà la sua esperienza di perdita della memoria di 12 anni della sua vita a causa di un incidente automobilistico. Il suo libro ha ispirato la fiction tv di Rai1 ‘DOC - Nelle tue mani’, con Luca Argentero. Insieme a lui Marco Battaglia, chitarrista e musicologo, racconterà due icone pop dell’800, Niccolò Paganini e Gioachino Rossini attraverso alcuni brani originali suonati con una chitarra appartenuta a Giuseppe Mazzini. La rassegna ‘Note di Notte’ parte oggi, alle ore 21.15 con il premio ‘Via Emilia La strada dei cantautori’, concerto selezione per cantautori e giovani esordienti, ideato dall’Associazione Concertistica Carmina et Cantica per valorizzare i giovani artisti che sul piano musicale e poetico si ispirano al territorio. L’ingresso a tutte le serate è gratuito, tranne per il concerto dei Thinderstiks di domenica 24 luglio, fino ad esaurimento posti. In caso di pioggia, gli eventi si svolgono in Sala delle Vedute (99 posti). Il programma prosegue martedì 12 luglio, alle ore 21, con Gypsindanza, progetto nato dall’incontro di Claudio Ughetti e Gio Stefani (Gypsinduo) con i due maestri ballerini Olimpia Lazzari e Walter Ivan Cabra. Gypsinduo è la fusione di due anime musicali nomadi unite in uno spettacolo libero e vibrante; è dialogo, improvvisazione e personalità in piena libertà tramite il linguaggio universale della musica. Terzo appuntamento martedì 19 luglio (ore 21) con “La buona novella unplugged”. I Flexus intraprendono un viaggio nel capolavoro di Fabrizio De André “La buona Novella”, ispirato ai Vangeli apocrifi, attraverso un’interpretazione originale con gli approfondimenti del teologo Brunetto Salvarani. I Flexus: Gianluca Magnani: voce, chitarre - Daniele Brignone: basso - Enrico Sartori, percussioni - Davide Vicari: sax, tastiere. Dialoga il teologo Brunetto Salvarani. 

Nicola Calicchio